ESCLUSIVA LS – Coach Pansolin: «Imbattuti in casa dall’aprile 2015, ora testa al derby di mercoledì»

PARTNER DI LIGURIA A SPICCHI

Studio Fisioterapico Giovanni Gerbino
Ti aiutiamo a ritrovare l’equilibrio per fare ciò che ami.

© Edited by MATTEO CALAUTTI
Share
1 MINUTE

Continua la marcia del CUS Genova, vincente al PalaCUS contro l’Aurora Chiavari di coach Marenco. In esclusiva per Liguria a Spicchi ecco una dichiarazione di Giovanni Pansolin, capo allenatore degli Universitari:

Dopo due settimane di stop era importante prendere ritmo alla partita, anche perché questo è quello che ci succederà dopo il recupero di mercoledì. Infatti aspetteremo 20 giorni prima di giocare la successiva. Quindi era importante capire come riprendere il ritmo e non lo abbiamo fatto benissimo perché abbiamo concesso troppo a Chiavari in attacco per loro. Non abbiamo difeso con la nostra solita aggressività e intensità. Rientrando dagli spogliatoi probabilmente è scattato qualcosa anche da un punto di vista personale dei giocatori e siamo tornati i soliti. In difesa abbiamo stretto le maglie e il parziale di 27-10 del terzo quarto lo testimonia. Chiaro è che quando incomincia a difendere forte poi le cose in attacco vanno meglio perché prendi fiducia, acquisisci sicurezza e sei più portato a cercare tiri facili, nonché a coinvolgere i compagni e ad essere coinvolto. Non mi stanco di dire che la difesa è la chiave che noi abbiamo avuto l’anno scorso per vincere il campionato e che dobbiamo mantenere quest’anno se vogliamo ripeterci a quei livelli. Intanto abbiamo mantenuto l’imbattibilità casalinga che era qualcosa a cui tenevamo molto, anche perché ad oggi l’ultima sconfitta in casa risale ai tempi della Serie C Gold, ovvero all’11 aprile 2015 quindi io non so quante squadre possono vantare una striscia positiva di partite casalinghe vinte consecutivamente di stagione regolare. È un qualcosa di cui vado fiero è un qualcosa per cui i nostri ragazzi devono sentirsi orgogliosi. Mercoledì abbiamo il recupero del derby con l’Ardita. Partita delicata al di là di quello che sembra dalla classifica, perché un derby è sempre un derby, perché lo affrontiamo in trasferta e perché comunque è l’ultima partita del 2017, un anno estremamente positivo per noi perché ci ha condotto alla vittoria del campionato. Una partita che ci proietta alla prima partita del 2018, che sarà la sfida contro Spezia. Una partita che va affrontata quindi con le molle e con la massima concentrazione.

Licenza Creative Commons

Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale. | This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l’accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don’t forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3117 Articles
Studente genovese di Scienze Internazionali e Diplomatiche, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Tra le altre, collabora anche con Londra Italia, East Journal, con la rivista di Ingegneria di Genova, con la trasmissione televisiva Dilettantissimo e con Io Gioco Pulito, l'inserto sportivo de Il Fatto Quotidiano. Infine, ha fondato anche Liguria a Spicchi, Il Calcio Portoghese e Dragoni d'Oriente, portali web dedicati rispettivamente alla pallacanestro ligure, al calcio lusitano ed al Leyton Orient.