ESCLUSIVA LS – Coach Bencaster: «Soddisfatti della prestazione ma non possiamo accontentarci»

PARTNER DI LIGURIA A SPICCHI

Studio Fisioterapico Giovanni Gerbino
Ti aiutiamo a ritrovare l’equilibrio per fare ciò che ami.

© Edited by MATTEO CALAUTTI
Share
1 MINUTE

Vittoria nel derby per la Tarros La Spezia di coach Padovan contro Sarzana. In esclusiva per Liguria a Spicchi ecco una dichiarazione di Alessandro Bencaster, capo allenatore degli spezzini:

Partita vera per 40 minuti. La differenza di profondità del roster ha premiato una Spezia sicuramente meglio organizzata. Sarzana ha venduto cara la pelle cercando di mischiare le carte in tavola cambiando le difese e cercando di andare a realizzare nei primi secondi dell’attacco visto che sicuramente accettando ritmi bassi e gioco a metà campo avrebbe favorito oltremodo la Tarros. Spezia ha sempre condotto nel punteggio e ha trovato una giornata ottima nel tiro dall’arco dei tre punti spesso realizzando anche tiri allo scadere dei 24 secondi. Noi siamo stati bravi a tornare a -1 ma da quel punto ci sono state alcune scelte rivedibili da parte nostre che Spezia ha convertito con freddezza in punti che ci hanno ricacciato a distanza di sicurezza. Forse il punteggio ci penalizza anche troppo perché alla fine i falli sistemaci che loro hanno convertito in tiri liberi segnati e un canestro a risultato ormai acquisito con i giocatori di Sarzana fermi ha dato a Spezia la possibilità di segnare sei punti facili. Considerato che da un mese non riuscivamo a fare un allenamento in dieci, visti gli infortuni di Pizzanelli e Santini che si sono rotti entrambi il polso, siamo soddisfatti della prova di stasera ma non possiamo accontentarci la vittoria manca da troppo tempo e quindi la testa va subito a domenica prossima perché è obbligatorio andare a Santa Margherita per vincere. Se i ragazzi capiscono che nn possiamo giocare solo contro Spezia in questo modo allora le vittorie arriveranno e potremmo risalire un po’ la classifica. Da sottolineare come sempre negli ultimi anni un numeroso e corretto pubblico composto si da adulti ma sempre più da ragazzini che bisogna cercare di far avvicinare maggiormente a questo sport come stiamo cercando di fare noi. Sicuramente si perderanno più partite ma dare la possibilità a giovani del proprio vivaio di giocare minuti importanti seriamente e nn solo a parole può essere un buon inizio.

Licenza Creative Commons

Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale. | This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l’accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don’t forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3132 Articles
Studente genovese di Scienze Internazionali e Diplomatiche, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Tra le altre, collabora anche con Londra Italia, East Journal, con la rivista di Ingegneria di Genova, con la trasmissione televisiva Dilettantissimo e con Io Gioco Pulito, l'inserto sportivo de Il Fatto Quotidiano. Infine, ha fondato anche Liguria a Spicchi, Il Calcio Portoghese e Dragoni d'Oriente, portali web dedicati rispettivamente alla pallacanestro ligure, al calcio lusitano ed al Leyton Orient.