ESCLUSIVA LS – Coach Bertieri: «Abbiamo fatto delle valutazioni, Jonikas grande potenzialità e Salazar super»

PARTNER DI LIGURIA A SPICCHI

Studio Fisioterapico Giovanni Gerbino
Ti aiutiamo a ritrovare l’equilibrio per fare ciò che ami.

© Edited by MATTEO CALAUTTI
Share
1 MINUTE

Il campionato di Serie C Silver si avvicina e Michele Bertieri, coach di Sarzana, ha rilasciato un’intervista in esclusiva per Liguria a Spicchi. Importanti i temi trattati: dal rifiutato da parte della FIP toscana riguardo la partecipazione alla Serie C Gold e la rivoluzione estiva per quanto riguarda il mercato. Ecco le sue parole.

Avete attuato un’importante rivoluzione del roster durante quest’estate. 

Noi abbiamo fatto una scelta di cambiamento. Lo stesso campionato, appena vinto, con gli stessi componenti non era pensabile. Abbiamo fatto due valutazioni e abbiamo deciso di lasciare fuori Pené e Bambini. Irving, invece, diciamo che si sia autoescluso. Il suo anno di esperienza in Italia l’ha fatto. Aveva bisogno di più professionismo. Giustamente la sola professionalità e la nostra struttura gli stava un po’ stretta. 

Quali le cause della non partecipazione alla Serie C Gold in Toscana?

In Toscana erano al completo, nessuna rinuncia. E comunque avrebbero inserito una toscana in caso di ripescaggi. 

Qual è il suo giudizio sul nuovo acquisto Donatas Jonikas?

Jonikas è un giocatore che lo scorso anno ho potuto valutare a La Spezia e che avrei visto bene nel mio sistema di gioco. Alla Tarros penso abbia reso poco rispetto al suo potenziale. Credo di aver fatto una scelta giusta e già le prime settimane di lavoro sono molto confortanti.

E quello sulle new entry dalla Toscana? Trattasi di Salazar e Maffei.

Credo che Salazar sia un giocatore super per la categoria. Maffei nelle rotazioni dei lunghi ci darà ancora maggior profondità nei cambi con la panchina. Più dell’anno scorso.

Crede che il roster su cui potrà lavorare quest’anno sia equilibrato nei reparti dal punto di vista numerico?

Ho un esterno in meno, ma poco male. Abbiamo pensato che così Casini avrà più spazio e credo che potrà darci punti e qualità nonostante sia un ’97. Poi la versatilità di Bainchini e Salazar mi permetterà di farli giocare molto come esterni, avendo quindi anche alternative anche in questo ruolo. 

Licenza Creative Commons

Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale. | This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l’accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don’t forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3148 Articles
Studente genovese di Scienze Internazionali e Diplomatiche, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Tra le altre, collabora anche con Londra Italia, East Journal, con la rivista di Ingegneria di Genova, con la trasmissione televisiva Dilettantissimo e con Io Gioco Pulito, l'inserto sportivo de Il Fatto Quotidiano. Infine, ha fondato anche Liguria a Spicchi, Il Calcio Portoghese e Dragoni d'Oriente, portali web dedicati rispettivamente alla pallacanestro ligure, al calcio lusitano ed al Leyton Orient.