Conte costretto a vincere contro l’Arsenal, Ranieri affronta Mourinho ad Old Trafford

Share
2 MINUTES

PREMIER LEAGUE. Periodo nero per Antonio Conte al Chelsea. Il patron Roman Abramovič, secondo la stampa inglese, avrebbe espresso le prime perplessità nei confronti della gestione dell’allenatore leccese al termine della sconfitta casalinga contro il Liverpool (1-2). Nonostante gli apprezzamenti della squadra, su tutti Eden Hazard, ed il momento di grandissima forma di Diego Costa (5 goal in 5 partite), l’ex tecnico della Juventus deve ingranare se non vuole finire in un tunnel in cui si sono trovati alcuni suoi predecessori. Pesante era stata, infatti, la sua presa di posizione al termine della sfida contro i Reds: «Non è una mia sconfitta, ma dell’intero mondo Chelsea. Prendiamoci tutti le nostre responsabilità se non vogliamo vivere un’altra stagione da decimo posto». Per i Blues si profila una sfida molto tesa sabato, nel North West Derby dell’Emirates Stadium contro l’Arsenal di Arsène Wenger.

Tre metri sopra il cielo, invece, Walter Mazzarri dopo la rivincita contro il “nemico” José Mourinho, con il quale in passato c’erano stati screzi a mezzo stampa in Serie A ai tempi di Inter e Napoli. Il suo Watford ha sconfitto il milionario Manchester United a Vicarage Road (3-1) condannando i Red Devils alla loro terza sconfitta consecutiva. Hornets che possono continuare a sognare, visto il non proibitivo impegno nel Monday Night contro il Burnley di Sean Dyche a Turf Moor. Sarà out l’attaccante Stefano Okaka a causa di un infortunio alla coscia. Lo Special One, invece, se la vedrà ad Old Trafford con un altro ex rivale con cui però si è chiarito con il tempo: Claudio Ranieri. Le Foxes, infatti, dopo il brillante esordio in Champions League contro il Club Brugge (0-3) ed la vittoria al King Power Stadium proprio contro il Burnley (3-0) sembrano essersi rialzate. Sfida il cui esito risulta difficile da pronosticare.

Difficile, invece, la situazione di Francesco Guidolin allo Swansea. Secondo la stampa inglese il tecnico sarebbe a rischio esonero a causa di ben tre sconfitte nelle ultime quattro partite. Il calendario non sorride all’ex tecnico dell’Udinese, atteso sabato al Liberty Stadium contro i giganti del Manchester City di Pep Guardiola. Non se la passano meglio il difensore Angelo Ogbonna e l’attaccante Simone Zaza al West Ham, attualmente terzultimo: il primo ha collezionato fin qui solo 180 minuti nelle prime cinque partite, di cui 90 nella recente sconfitta esterna contro il West Bromwich (4-2); il secondo, invece, è stato sostituito all’intervallo nella stessa sfida e deve iniziare a macinare se non vuole rischiare di scivolare in panchina nelle prossime partite. Ancora out causa infortuni il portiere Vito Mannone e l’esterno Fabio Borini tra le fila del Sunderland. Infine, sempre panchina per Matteo Darmian al Manchester United, sempre più ai margini della rosa ed attualmente destinato a tornare in Italia a gennaio.

CHAMPIONSHIP. Vittoria scaccia crisi per il Wolverhampton di Walter Zenga grazie all’importante prestazione esterna a St James’ Park contro l’ambizioso Newcastle di Rafa Benítez (0-2). Attualmente gli Wolves sono decimi nonostante un cammino altalenante caratterizzato da due vittorie, due pareggi ed una sconfitta nelle ultime cinque partite. Nel prossimo turno al Molineux Stadium i “Lupi” riceveranno il Brentford di Dean Smith, sesto in classifica. Male, invece, l’Aston Villa di Roberto Di Matteo e del portiere Pierluigi Gollini. Cinque pareggi, due sconfitte ed una vittoria nelle prime otto giornate di campionato. La panchina è già rovente e quindi sarà necessaria una vittoria sabato per l’ex tecnico del Chelsea, impegnato al Villa Park proprio nel big match contro i Magpies di Rafa Benítez.

Periodo difficile anche per lo Sheffield Wednesday del fantasista italo-argentino Fernando Forestieri, autore di due assist ed un goal nelle ultime tre giornate di Championship. Dopo la cocente sconfitta nella finale Playoff della passata stagione ci si aspettava un avvio diverso da parte degli Owls, attualmente a metà classifica. Da non dimenticare, però, che il cammino vincente della passata stagione era dovuto soprattutto ad un brillante girone di ritorno. Ragazzi di Carlos Carvalhal impegnati sabato a Hillsborough contro il Nottingham Forest. Solamente nove minuti disputati con il Birmingham dall’attaccante Diego Fabbrini nelle ultime sette sfide di campionato, nel quale non ha ancora esordito il portiere Marco Silvestri con la maglia del Leeds, dopo esser stato titolare per tutta la passata stagione.

Pubblicato su Londra Italia nella rubrica Outta Italy in data 22/09/2016.

Licenza Creative Commons

Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale. | This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l’accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don’t forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3148 Articles
Studente genovese di Scienze Internazionali e Diplomatiche, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Tra le altre, collabora anche con Londra Italia, East Journal, con la rivista di Ingegneria di Genova, con la trasmissione televisiva Dilettantissimo e con Io Gioco Pulito, l'inserto sportivo de Il Fatto Quotidiano. Infine, ha fondato anche Liguria a Spicchi, Il Calcio Portoghese e Dragoni d'Oriente, portali web dedicati rispettivamente alla pallacanestro ligure, al calcio lusitano ed al Leyton Orient.