Il Chelsea affronta l’Arsenal nel derby, il Tottenham ne approfitta?

Share
2 MINUTES

PREMIER LEAGUE. Momento delicato in casa Stamford Bridge. Secondo la stampa inglese, infatti, il patron Roman Abramovič non avrebbe affatto gradito la sconfitta interna del suo Chelsea contro il Liverpool (1-2) ed avrebbe iniziato a nutrire i primi dubbi sulla gestione di Antonio Conte. Lo strepitoso stato di forma del rapace d’area Diego Costa (5 goal in 5 partite) non sta infatti bastando e quindi i Blues sono obbligati a vincere per uscire dalla crisi. Chi sarà il prossimo avversario? Proprio gli acerrimi rivali cittadini dell’Arsenal di Arsène Wenger, a pari punti rispetto ai Blues grazie al successo esterno nell’ultimo turno contro l’Hull City (1-4). Occasione ghiotta quella dei Gunners, che in caso di vittoria rimarrebbero agganciati al treno di testa sgambettando una delle possibili rivali per la vittoria finale.

Al terzo posto è salito il Tottenham di Mauricio Pochettino, reduce dalla vittoria interna sul Sunderland grazie alla rete di bomber Harry Kane. Smaltita la cocente sconfitta in Champions League contro il Monaco a Wembley (1-2), gli Spurs si preparano all’insidiosa trasferta al Riverside Stadium contro il Middlesbrough di Aitor Karanka, con Adam Clayton e Cristhian Stuani in dubbio tra le file del Boro. In ripresa anche il Crystal Palace di Alan Pardew, reduce da due vittorie consecutive che l’hanno proiettato all’ottavo posto, la più recente delle quali contro lo Stoke City (4-1). Prossimo avversario degli Eagles sarà il pericolante Sunderland di David Moyes, attualmente penultimo.

Partenza shock per il West Ham di Slaven Bilić a causa di una sola vittoria e ben quattro sconfitte in questo avvio di Premier. Il tecnico croato, alle prese con importanti infortuni nel reparto offensivo, non riesce a trovare la quadratura del cerchio e intanto i suoi Hammers continuano a collezionare prestazioni non brillanti, come quella contro i West Bromwich (4-2). Il tutto nonostante la vena realizzativa dell’attaccante Michail Antonio. Obbligatorio vincere domenica contro il Southampton di Claude Puel per allontanare al più presto il terzultimo posto.

CHAMPIONSHIP. Tra le londinesi attualmente comanda il Brentford di Dean Smith, nonostante un cammino altalenante caratterizzato da quattro vittorie due pareggi e due sconfitte. Il sesto posto, conquistato grazie al rotondo successo contro il Preston (5-0) con tripletta di bomber Scott Hogan, ha proiettato le Bees al sesto posto. Il tutto in attesa della sfida di sabato al Molineux Stadium contro il Wolverhampton di Walter Zenga. Ha fortemente rallentato, invece, il Fulham di Slaviša Jokanović, a causa di un bottino caratterizzato da una sconfitta e due pareggi nelle ultime tre partite. Prossimo avversario della compagine della West London sarà il Bristol City dell’attuale capocannoniere della Championship, Tammy Abraham. Male anche il QPR di Jimmy Floyd Hasselbaink nelle ultime cinque partite, in cui hanno raccolto ben tre sconfitte, un pareggio ed una vittoria. Tjaronn Chery e compagni saranno impegnati sabato a Loftus Road contro il lanciato Birmingham di Gary Rowett.

LEAGUE ONE. Il Millwall di Neil Harris ha perso terreno negli ultimi tre turni, conquistando solo due pareggi ed una sconfitta. Lions attualmente fuori dai posti che varrebbero i Playoff e quindi costretti a vincere sabato contro il pericolante Rochdale di Keith Hill. Periodo poco brillante anche per il Charlton di Russell Slade, reduce da tre pareggi ed una sconfitta negli ultimi quattro turni, il più recente dei quali contro lo Scunthorpe (0-0). Addicks scivolati quindi nella parte medio bassa della classifica ed impegnati nel prossimo turno al Kassam Stadium contro l’Oxford United di Michael Appleton. Infine, buon periodo per il Wimbledon di Neal Ardley. Dons che, dopo un avvio negativo, si stanno riprendendo grazie a due vittorie nelle ultime tre partite, l’ultima delle quali proprio nel South East Derby contro il Charlton (1-2). Wimbledon impegnato sabato a Kingsmeadow contro lo Shrewsbury di Micky Mellon.

LEAGUE TWO. Non c’è pace per il Leyton Orient di Andy Hessenthaler, attualmente decimo a causa di un bottino di soli quattro punti nelle ultime quattro giornate. Nell’ultimo turno gli O’s sono usciti in casa a Brisbane Road contro lo Yeovil (0-1), a causa del goal di Tom Eaves nell’ultima parte della sfida. La compagine della East London se vuole ambire ad un piazzamento Playoff deve cambiare rotta già da sabato a Meadow Lane, nello scontro diretto contro il Notts County di John Sheridan. Altalenante, invece, il cammino del Barnet di Martin Allen, con una sola vittoria nelle ultime cinque partite. Bees impegnate sabato a Fratton Park contro l’ambizioso Portsmouth di Paul Cook.

Pubblicato su Londra Italia nella rubrica London Clubs in data 23/09/2016.

Licenza Creative Commons

Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale. | This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l’accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don’t forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3122 Articles
Studente genovese di Scienze Internazionali e Diplomatiche, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Tra le altre, collabora anche con Londra Italia, East Journal, con la rivista di Ingegneria di Genova, con la trasmissione televisiva Dilettantissimo e con Io Gioco Pulito, l'inserto sportivo de Il Fatto Quotidiano. Infine, ha fondato anche Liguria a Spicchi, Il Calcio Portoghese e Dragoni d'Oriente, portali web dedicati rispettivamente alla pallacanestro ligure, al calcio lusitano ed al Leyton Orient.