ESCLUSIVA LS – Coach Pansolin: «Molto bravi e molto solidi, spero in un grande pubblico nelle finali»

PARTNER DI LIGURIA A SPICCHI

Studio Fisioterapico Giovanni Gerbino
Ti aiutiamo a ritrovare l’equilibrio per fare ciò che ami.

© Edited by MATTEO CALAUTTI
Share
1 MINUTE

Successo esterno al PalaIsnart e seconda finale consecutiva per il CUS Genova, capace di eliminare Ospedaletti di coach Lupi. In esclusiva per Liguria a Spicchi ecco una dichiarazione di Giovanni Pansolin, capo allenatore degli Universitari:

La vittoria in gara-2 ci permette di poter dedicarci mentalmente alla preparazione della serie di finale con una settimana intera. Cosa molto importante soprattutto perché la trasferta è stata complicata sia dal punto di vista logistico, in quanto il traffico del ponte ci ha costretto a partire in anticipo e ciò nonostante; sia dal punto di vista tecnico, poiché Ospedaletti è una squadra che non molla mai e poi sul proprio campo è abituata a fare prestazioni degne di nota. Noi siamo stati molto bravi e molto solidi ad fare il consueto strappo, questa volta nel secondo quarto, quando abbiamo trovato veramente una continuità di rendimento in attacco importante e che ci ha permesso di avere solidità difensiva. Quindi, unendo le due cose, di avere quel +23 che ci ha portato all’intervallo lungo. La seconda parte di partita, oltre alla logica e prevista rimonta di Ospedaletti, è stata anche segnata da un blackout elettrico che ha fermato la partita per una ventina di minuti alla metà del terzo quarto, spegnendoci un po’. Forse perché eravamo +20 e quindi siamo rientrati con un agonismo e un’intensità diversi da quelli di prima. Loro hanno provato ad approfittarne rientrando a -7 ma poi lì siamo di nuovo tornati quelli di prima, allungando di nuovo. Sono molto contento del fatto che siamo riusciti a raggiungere la seconda finale consecutiva. Sono molto contento di arrivare a questo punto che è quello per cui si lavora dall’inizio dell’anno. Sono molto curioso di vedere come andrà questa serie di finale perché si affrontano due squadre molto forti di questo campionato, molto attrezzate e che in passato hanno dimostrato di dar vita a partite sempre vibranti. Per questo mi aspetto di giocare una serie in palazzetti pieni. Sono sicuro che questo accadrà a Spezia e spero accada anche a Genova, città che potrebbe dimostrare così di avere fame di una pallacanestro di un certo livello e che abbia un numero di appassionati che venga a riempire le tribune del PalaCUS per godersi quelle che speriamo possa essere un buon spettacolo.

Licenza Creative Commons

Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale. | This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l’accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don’t forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3165 Articles
Studente genovese di Scienze Internazionali e Diplomatiche, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Tra le altre, collabora anche con Londra Italia, East Journal, con la rivista di Ingegneria di Genova, con la trasmissione televisiva Dilettantissimo e con Io Gioco Pulito, l'inserto sportivo de Il Fatto Quotidiano. Infine, ha fondato anche Liguria a Spicchi, Il Calcio Portoghese e Dragoni d'Oriente, portali web dedicati rispettivamente alla pallacanestro ligure, al calcio lusitano ed al Leyton Orient.