SERIE C – Tarros La Spezia: «Preso in mano il gioco nel secondo quarto, vittoria dopo battuta d’arresto»

PARTNER DI LIGURIA A SPICCHI

Studio Fisioterapico Giovanni Gerbino
Ti aiutiamo a ritrovare l’equilibrio per fare ciò che ami.

© Edited by MATTEO CALAUTTI
Share
1 MINUTE

Torna al successo la Tarros La Spezia di coach Padovan superando Pegli di coach Costa al PalaSprint. La società spezzina ha diffuso un’analisi della sfida:

Settimana complicata, dopo una sconfitta non facile da ammortizzare, arrivata dopo giornate difficilissime, costellate dal dolore: la Tarros impiega un tempino per scrollarsi di dosso (ovviamente lutto a parte) tutto questo. Dieci minuti non tanto per prendere le misure degli avversari, quanto per ritrovare se stessa. Dieci minuti in cui sul parquet i bianconeri praticamente non ci sono e lasciano spazio agli avversari che segnano ben 22 punti, pochi meno di quanti ne segneranno in tutti e tre i successivi quarti. Lo 0-7 con cui si apre il match è una doccia fredda, ma pian piano i bianconeri si ritrovano e, dopo aver raggiunto il massimo svantaggio di 9 punti, risalgono la china, sino a chiudere la prima frazione in vantaggio, 26-22.

Cambia tutto dal secondo quarto, quando gli spezzini prendono in mano il gioco, schierano la difesa e scatenano l’attacco. Da lì in poi è una cavalcata fino ad arrivare al quasi doppiaggio finale. Il match si chiude infatti sul 95-49. Purtroppo, nel corso della partita Coari è dovuto uscire a causa di un problema alla pianta del piede la cui entità deve essere valutata. Uno stop che va ad aggiungersi a quello di Visigalli. Rientrato dalla Lituania Darius Kibildis che è subito tornato sul parquet, con il lutto sulla maglia, per cercare di rialzarsi anche con l’aiuto del suo sport e della sua squadra, alla quale anche in questa partita ha dato un apporto fondamentale. La Tarros torna, quindi, alla vittoria dopo la battuta d’arresto di una settimana fa contro il CUS. Ora resta ancora un incontro, sabato prossimo, prima della lunga pausa: gli spezzini saranno impegnati sul parquet di Santa Margherita. Chi vincerà sarà campione d’inverno.

Licenza Creative Commons

Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale. | This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l’accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don’t forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3122 Articles
Studente genovese di Scienze Internazionali e Diplomatiche, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Tra le altre, collabora anche con Londra Italia, East Journal, con la rivista di Ingegneria di Genova, con la trasmissione televisiva Dilettantissimo e con Io Gioco Pulito, l'inserto sportivo de Il Fatto Quotidiano. Infine, ha fondato anche Liguria a Spicchi, Il Calcio Portoghese e Dragoni d'Oriente, portali web dedicati rispettivamente alla pallacanestro ligure, al calcio lusitano ed al Leyton Orient.