Semifinali del Quadrangolare “Città della Spezia”: Reggio e Pistoia in finale

Share
3 MINUTES

Terminata la prima giornata del primo storico Quadrangolare “Città della Spezia” organizzato dal Fortitudo Club Spezia in collaborazione con il PGSO Canaletto. Quattro le squadre di Serie A1 impegnate nelle semifinali: Fortitudo Bologna, Victoria Libertas Pesaro, Pallacanestro Reggiana e Basket Pistoia 2000.

La prima partita di giornata è quella tra la giovanissima Pallacanestro Reggiana di coach Buscaglia e la Victoria Libertas Pesaro di coach Perego. Parte forte la GrissinBon con un parziale che mette in chiaro le sorti della sfida fin dal primo quarto: 12-1 per gli uomini dell’ex tecnico di Trento con uno straripante Darius Johnson-Odom, autore di 5 dei 12 punti di parziale. Peppe Poeta gestisce il ritmo dei suoi mentre dall’altra parte Mussini regala ai compagni la doppia cifra con la tripla del momentaneo -7. Nel secondo quarto il divario atletico tra le due compagini diviene più ampio, con gli emiliani che chiudono il primo tempo sul massimo vantaggio di +21 con un parziale di 13-2 ispirato dal solito Johnson-Odom e da Simone Fontecchio.

Al rientro dagli spogliatoi è tutta un’altra Pesaro. Gli uomini di coach Perego accelerano e mettono in piedi un parziale di 13-2 che permette loro di raggiungere il -12. Un parziale caratterizzato dalla tripla di Thomas e dalla fisicità di Zanotti. Sul finire del terzo quarto è Poeta a spezzarlo con il canestro che vale il definitivo +14. Si va così all’ultima frazione, in cui Reggio riprende il largo. La tripla di Johnson-Odom manda in striscia i suoi: 8-2 di parziale e +21. Da lì iniziano a rispondersi dall’arco le due squadre: in serie Fontecchio, Johnson-Odom, Zanotti, Fontecchio, Barford e Candi. La partita è ormai decisa e gli ultimi minuti scorrono con Reggio che prende il largo anche grazie all’ottima vena realizzativa del duo composto da Fontecchio e Candi (28 punti in due). Prima semifinale così ai ragazzi di coach Buscaglia.

PALL. REGGIANA vs VL PESARO 90-63 (25- 11; 50-29; 61-47)
PALL. REGGIANA: Johnson-Odom 19, Fontecchio 16, Pardon 7, Candi 12, Poeta 6, Vojvoda 4, Infante, Soviero, Owens 11, Upshow 15, Diouf, Mekel. Coach: Buscaglia.
VL PESARO: Barford, Drell 3, Mussini 4, Pusica 7, Miaschi 3, Lydeka 8, Basso 2, Thomas 15, Totè, Zanotti 7. Coach: Perego.

La seconda sfida di giornata è quella tra i “padroni di casa” della Fortitudo Bologna di coach Martino e Pistoia di coach Carrea. Una partita apertissima nei primi minuti, in cui le due squadre si rispondono colpo su colpo. Sblocca la contesa Aristide Landi dall’arco, con Maarten Leunen che risponde per i Fortitudini. L’equilibrio viene spezzato poi proprio dagli emiliani, che con un 7-0 di parziale concluso dalla tripla di Kassius Robertson si portano sul +5. Jean Salumu tiene in partita i pistoiesi ma le due conclusioni dall’arco da parte di Leunen e Aradori spediscono i toscani sul -11. La prima frazione si chiude poi sul 22-14. Nel secondo quarto la musica sembra non cambiare grazie all’asse composto da Rok Stipcevic e Ed Daniel, autori in due di un 6-0 che spedisce i Fortitudini sul +14. In quel momento arriva però la reazione dei toscani, trascinati da un Angus Brandt superlativo: parziale di un 10-0 che riporta i suoi a contatto, sul -4. Leunen leva le castagne sul fuoco ai compagni bolognesi con due triple, seguite da quella del +8 di Aradori. Le due squadre si danno battaglia e vanno a riposo sul 41-31.

Al rientro in campo Pistoia parte con il piede giusto anche grazie alla tripla di Salumu. Leunen ferma la rimonta sempre dall’arco ma da quel momento i toscani iniziano ad erodere lo svantaggio possesso dopo possesso. L’asse Salumu e Brandt funziona a meraviglia con i due che macinano punti e ispirano un parziale di 12-0, chiuso dalla bomba di Landi con cui i pistoiesi si portano sul -2. Stipcevic fa respirare i suoi dall’arco, ma di nuovo Landi li avvicina sempre da tre punti. Le due squadra si avviano all’ultimo quarto dunque sul punteggio di 56-54. La frazione inizia bene per Pistoia, che raggiunge il pari grazie alle due triple dei soliti Landi e Salumu. Sul più bello però prima un fallo antisportivo, poi una sanguinosa palla persa su rimessa permettono a Fortitudo di allungare: 2/2 di Stipecevic e gioco da tre punti di Robertson. Dall’altra parte Pistoia non demorde e la partita si fa bellissima: Brandt fa il bello e il cattivo tempo in area mentre Shenry Sim cerca di limitarlo. Le due squadre si rispondono colpo su colpo fino agli istanti finali. Nell’ultimo minuto poi la sentenza: Johnson chiude il un pazzesco parziale personale di 10-0 che spinge Pistoia sul +2 e la Fortitudo non riesce nella rimonta in extremis. Pistoia in finale contro Reggio domani qui al PalaMariotti.

FORTITUDO BOLOGNA vs PISTOIA 77-79 (22-14; 41-31; 56-54)
FORTITUDO BOLOGNA: Robertson 3, Aradori 11, Cinciarini, Mancinelli 4, Dell’Osto, Leunen 18, Piazza, Sims 17, Simon, Fantinelli 4, Daniel 6, Stipcevic 9. Coach: Martino.
PISTOIA: Castelli, Della Rosa 5, Mati, Petteway, D’Ercole 2, Quarisa, Brandt 18, Salumu 15, Landi 15, Dowdell 7, Johnson 14, Wheatle 3. Coach: Carrea.

Licenza Creative Commons

Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale. | This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l’accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don’t forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3147 Articles
Studente genovese di Scienze Internazionali e Diplomatiche, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Tra le altre, collabora anche con Londra Italia, East Journal, con la rivista di Ingegneria di Genova, con la trasmissione televisiva Dilettantissimo e con Io Gioco Pulito, l'inserto sportivo de Il Fatto Quotidiano. Infine, ha fondato anche Liguria a Spicchi, Il Calcio Portoghese e Dragoni d'Oriente, portali web dedicati rispettivamente alla pallacanestro ligure, al calcio lusitano ed al Leyton Orient.