SERIE D – AP Savona: «Sconfitta amara al termine di una buona partita»

PARTNER DI LIGURIA A SPICCHI

Studio Fisioterapico Giovanni Gerbino
Ti aiutiamo a ritrovare l’equilibrio per fare ciò che ami.

© Edited by MATTEO CALAUTTI
Share
1 MINUTE

Successo al cardiopalma per la capolista Imperia di coach Damonte, ottenuta al Geodetico di Vado Ligure contro l’AP Savona di coach Cacace. La società savonese ha fatto pubblicato un’analisi della sfida per mezzo del suo sito ufficiale:

Sconfitta casalinga amara per l’Amatori, che cede di un solo punto contro la capolista, dopo aver disputato una buona partita.

Parte bene l’APS, che in attacco trova un Ghiga molto aggressivo e in difesa concede poco agli avversari, che vanno a referto sopratutto grazie alla loro precisione dalla lunetta; ma i padroni di casa con qualche transizione provano la fuga chiudendo sul +7.

Nel secondo quarto gli ospiti trovano varie soluzioni offensive per ricucire lo strappo, ma i biancorossi tirano con precisione dalla grande distanza e mantengono un possesso pieno di vantaggio all’intervallo.

All’inizio del terzo quarto gli Amatori segnano con il contagocce e Imperia prova a sua volta la fuga, ma nella seconda parte ci si ricompatta in difesa e attaccando il ferro con decisione si conquistano diversi viaggi in lunetta che mantengono a contatto i padroni di casa, che vanno ad affrontare l’ultimo parziale sotto di soli 2 punti.

La partita viaggia sui binari dell’equilibrio, gli ospiti provano a dare lo strappo decisivo, ma con due triple, una di De Marzi e una di Damonte, questo viene ricucito. Si arriva agl’ultimi 24 secondi con l’APS sopra di un punto: allo scoccare del quindicesimo secondo viene concesso un generosissimo giro in lunetta ai biancoblu, che lo sfruttano al meglio. I biancorossi organizzano l’ultima azione, nella quale riescono a trovare prima un tiro da 3 di Damonte (quattro triple per lui in serata), che purtroppo va corto; il rimbalzo lungo dà un’altra chance ai padroni di casa, che con un penetra e scarica trovano un altro tiro da 3 di De Marzi (3 triple per lui), ma purtroppo anch’esso si spegne sul ferro.

Nonostante la sconfitta si può essere contenti della prestazione, anche se ovviamente brucia: con questo atteggiamento ci si potranno togliere diverse soddisfazioni nel corso del campionato.

Licenza Creative Commons

Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale. | This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l’accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don’t forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3092 Articles
Studente genovese di Scienze Internazionali e Diplomatiche, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Tra le altre, collabora anche con Londra Italia, East Journal, con la rivista di Ingegneria di Genova, con la trasmissione televisiva Dilettantissimo e con Io Gioco Pulito, l'inserto sportivo de Il Fatto Quotidiano. Infine, ha fondato anche Liguria a Spicchi, Il Calcio Portoghese e Dragoni d'Oriente, portali web dedicati rispettivamente alla pallacanestro ligure, al calcio lusitano ed al Leyton Orient.