SPORTSHOTS – Carosello #2 del 2016: Tévez, Conte, Pardew, Owen e Henry

Share
1 MINUTE

11/12/2016, CARLOS TÉVEZ
Che Superclásico. Che Carlos Tévez, probabilmente al suo ultimo atto nella sfida delle sfide del calcio argentino. Quarta rete per lui contro gli odiati cugini del River Plate, con l’Estadio Monumental in silenzio.

12/12/2016, ANTONIO CONTE
Primo posto solitario in Premier League. Terzo miglior attacco dopo Liverpool e Arsenal (33 reti). Seconda miglior difesa insieme al Tottenham (11 reti). Nove vittorie consecutive e Diego Costa capocannoniere con 12 goal, ovvero uno ogni 110 minuti. E pensare che ci fosse chi voleva la sua testa dopo la sconfitta contro l’Arsenal di fine settembre. Antonio Conte, semplicemente.

13/12/2016, ALAN PARDEW
Questo è Alan Pardew, allenatore del Crystal Palace che ha così festeggiato il momentaneo vantaggio contro il Manchester United in finale di FA Cup durante la passata stagione, persa poi ai supplementari. Da ormai due anni sulla panchina delle Eagles, il tecnico inglese ha assunto il ruolo di Fenice nella South London: morendo, rinascendo, morendo nuovamente e così via. Domani sera a Selhurst Park affronterà i Red Devils giocandosi probabilmente la panchina, forse in uno degli ultimi vertiginosi alti e bassi con le Aquile londinesi.

14/12/2016, MICHAEL OWEN
Ad appena 18 anni effettuava questa serpentina contro l’Argentina ai Mondiali di Francia 1998. Una serpentina scolpita nella leggenda. Sono ormai quasi tre anni che manca ai campi in erba, al termine di una carriera che avrebbe potuto divenire indimenticabile ma che purtroppo non lo è stata a causa di una maledizione chiamata “infortuni”. Buon compleanno Michael Owen.

17/12/2016, THIERRY HENRY
Maglietta dell’Arsenal, stop delicato, veronica sul portiere e goal a porta sguarnita. La rete che più sintetizza l’eleganza di Thierry Henry, iconico attaccante francese che esattamente due anni fa lasciava ufficialmente il mondo del calcio.

Licenza Creative Commons

Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale. | This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l’accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don’t forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3148 Articles
Studente genovese di Scienze Internazionali e Diplomatiche, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Tra le altre, collabora anche con Londra Italia, East Journal, con la rivista di Ingegneria di Genova, con la trasmissione televisiva Dilettantissimo e con Io Gioco Pulito, l'inserto sportivo de Il Fatto Quotidiano. Infine, ha fondato anche Liguria a Spicchi, Il Calcio Portoghese e Dragoni d'Oriente, portali web dedicati rispettivamente alla pallacanestro ligure, al calcio lusitano ed al Leyton Orient.