SERIE C – CRONACA: Partita intensissima, la Tarros supera Sarzana al photofinish

PARTNER DI LIGURIA A SPICCHI

Studio Fisioterapico Giovanni Gerbino
Ti aiutiamo a ritrovare l’equilibrio per fare ciò che ami.

Share
3 MINUTES
Palla a due di Tarros La Spezia vs Sarzana © LIGURIA A SPICCHI
Palla a due di Tarros La Spezia vs Sarzana © LIGURIA A SPICCHI

La Tarros La Spezia di coach Martini vendica la sconfitta del girone d’andata contro Sarzana di Michele Bertieri. Davanti ad un PalaSprint gremito le due compagini si sono date battaglia in quella che è stata un’autentica giornata di festa per lo sport spezzino. Così accade che a sedici secondi dalla fine Sarzana si porti in vantaggio con un tiro libero di Bambini, per poi essere abbattuta a quattro secondi dalla fine con un canestro di Marchini dall’angolo. Alla luce di questo risultato, griglia Playoff ancora da definire da qui alla fine della regular season.

SERIE C SILVER
TARROS LA SPEZIA vs SARZANA 63-62 (12-16; 22-15; 12-12; 17-19)
TARROS LA SPEZIA: Cota 7, Delibasic 9, Pipolo 8, Dal Padulo, Santoni 12, Fazio, Caluri, Jonikas 18, Ferrari 5, Marchini 4. Coach: Martini.
SARZANA: Casini 2, Bencaster 11, Zucchini, Somma, Bianchini 2, Bambini 3, Dell’Innocenti 16, Polverini 6, Irving 15, Pené 8. Coach: Bertieri.
ARBITRI: Oro di Genova e Empoldi di Genova.

Sulla sinistra Cheik Penè, sulla destra Donatas Jonikas © LIGURIA A SPICCHI
Sulla sinistra Cheik Pené, sulla destra Donatas Jonikas © LIGURIA A SPICCHI

Nei primi minuti di gioco la tensione in campo è palpabile e ne risente la precisione al tiro di entrambe le squadre, soprattutto quella della Tarros dalla lunga distanza. Emergono alcuni dei duelli chiave già dalla prima frazione: Jonikas e Pené fanno a “sportellate” sotto canestro mentre dal perimetro si sfidano capitan Ferrari e Irving. Un parziale iniziale di 5-0 monopolizzato da capitan Dell’Innocenti porta subito i Biancoverdi in vantaggio. La Tarros prova a reagire con Delibasic e con il pivot lituano, ma i ragazzi di coach Bertieri si portano sul +8 realizzando un secondo parziale di 7-0, concluso da una tripla di Pené proprio in faccia a Jonikas, con tanto di conseguente sguardo “cattivo”. Il ritmo della partita diventa altissimo verso la fine della frazione e, dal punto di vista difensivo, si mettono in luce da un lato Marchini e dall’altro Bambini, mai domi nella loro metà campo. Bencaster stoppa a due mani lo stesso Marchini propiziando il contropiede del nuovo +8 da parte del suo capitano. Coach Martini fa sedere Delibasic, già con due falli sulle spalle e si gioca così le carte Santoni e Cota, al rientro dopo le squalifica rimediata contro Follo e subito piazzato in marcatura su Bencaster. Risultato? Pipolo avvia con una tripla il parziale di 6-0 con il quale i Bianconeri si riportano sul -2, che si tramuterà in un -4 finale grazie al buzzer beater di Bencaster allo scadere.

Nella seconda frazione coach Bertieri cerca di arginare l’energia sotto canestro di Jonikas con la marcatura di Bianchini. Nei primi minuti le due compagini si danno battaglia rispondendo colpo su colpo ma, con due triple di Cota e Santoni e con una realizzazione di Jonikas dal cuore dell’area, i Bianconeri ritrovano il vantaggio (+2). Nel frattempo si accende il duello tra lo stesso Cota e Bencaster, caratterizzato da una grande fisicità e furore agonistico. La Tarros grazie ad una buona densità difensiva dettata da coach Martini si porta sul +8 con un parziale di 8-0. Sarzana risponde con la tripla del -5 di Dell’Innocenti e, dopo pochi ultimi minuti di grande intensità, le due squadre vanno a riposo sul punteggio di 34-31 grazie ad una realizzazione di Irving, molto energico in penetrazione.

Pronti, via e Sarzana si riporta sul +1 grazie ad un parziale di 4-0 realizzato da Irving e Dell’Innocenti. Cota è costretto ad uscire per problemi di falli e così coach Martini fa rientrare Marchini. Sotto canestro continuano a fare a “sportellate” Jonikas e Pené. La Tarros tenta l’allungo e così coach Bertieri utilizza l’artiglieria “pesante” schierando contemporaneamente Bianchini, Bencaster, Pené e Irving. Bene anche Polverini con la sua imprevedibilità in penetrazione. Quando Sarzana si riporta sul -3 arriva la seconda tripla di serata da parte di Pipolo, valevole per il +6 e in grado di spezzare l’equilibrio in campo. Bertieri schiera i suoi con una difesa a zona 2-3, ma la Tarros chiude la terza frazione sul +3.

Nell’ultima frazione, oltre al solito duello in regia tra Cota e Bencaster, si mette in luce capitan Ferrari, essenziale negli equilibri difensivi dei Bianconeri nonostante una prova offensiva non da ricordare. Santoni spezza il tentativo di rimonta di Sarzana con la sua terza tripla di serata, ma i Biancoverdi riescono comunque a riportarsi sul +1 grazie ad un parziale di 0-6, concluso da una penetrazione di Polverini per il momentaneo +1. Nel momento di maggiore difficoltà il collettivo della Tarros non si arrende e inanella un parziale di 8-0 concluso da un tiro libero di Jonikas, portandosi sul +7. Partita finita? Manco per sogno. Infatti, Sarzana tira fuori le unghie e riagguanta il pareggio con un contro parziale di 0-7 concluso da un pregevole euro step da parte di Irving, nonostante l’uscita per cinque falli sia di Bencaster sia di Pené. A venti secondi dalla fine Delibasic avrebbe la possibilità di portare in vantaggio i suoi ma lo stesso Irving realizza una stoppata-monstre che propizia il contropiede di Bambini, il quale conquista un fallo e due tiri liberi. La guardia sarzanese fa 1/2 e così, a sedici secondi dalla fine, la Tarros si trova sul -1 con il pallone in mano. Coach Martini disegna uno schema in cui Jonikas dal perimetro deve scaricare a Marchini in angolo. Lo schema riesce alla perfezione, con la guardia spezzina a quattro secondi dalla fine effettua una finta e realizza dall’angolo il canestro del +1. Nella manciata di secondi restanti Sarzana non riesce a concretizzare e così alla Tarros vanno gioco, partita e incontro.

Tra le fila dei padroni di casa il top scorer è Jonikas con 18 punti, seguito da Santoni con 12 (tre triple per lui). Tra le fila degli ospiti, invece, il top scorer è stato Dell’Innocenti con 16, seguito da Irving con 15 e da Bencaster con 11.

Post scriptum: Ringraziamento speciale ai ragazzi dei Laspezia Tunas, squadra del campionato UISP di La Spezia, per la simpatica compagnia a cena al termine della trasferta nello spezzino.

Licenza Creative Commons

Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale. | This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l’accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don’t forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3148 Articles
Studente genovese di Scienze Internazionali e Diplomatiche, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Tra le altre, collabora anche con Londra Italia, East Journal, con la rivista di Ingegneria di Genova, con la trasmissione televisiva Dilettantissimo e con Io Gioco Pulito, l'inserto sportivo de Il Fatto Quotidiano. Infine, ha fondato anche Liguria a Spicchi, Il Calcio Portoghese e Dragoni d'Oriente, portali web dedicati rispettivamente alla pallacanestro ligure, al calcio lusitano ed al Leyton Orient.