Derby incandescente tra Chelsea ed Arsenal, il Tottenham ne approfitta?

Share
2 MINUTES

Pubblicato su Londra Italia nella rubrica London Clubs in data 03/02/2017.

PREMIER LEAGUE. Primo posto per il Chelsea di Antonio Conte, con la bellezza di nove punti di vantaggio sul Tottenham secondo in classifica. Una cavalcata pazzesca non senza momenti delicati: basti pensare alle difficoltà di inizio stagione ed al caso Diego Costa, sapientemente e fermamente sedato all’interno della società. Adesso, dopo lo scontro diretto contro il Liverpool (1-1), arriva il North West Derby contro l’Arsenal di Arsène Wenger. Una sfida di quelle che valgono una stagione, con i Gunners attualmente terzi e reduci dalla débâcle interna all’Emirates Stadium contro il Watford (1-2). Una partita che rischia di costituire una delle ultime chances dei i North Londoners per avvicinare i Blues. E pensare che la netta sconfitta del Chelsea patita all’andata all’Emirates Stadium (3-0) sembrava condurre all’esonero il tecnico leccese.

Potrebbe approfittare del derby il Tottenham di Mauricio Pochettino. Due pareggi consecutivi, l’ultimo dei quali contro il Sunderland (1-1), hanno portato via la bellezza di quattro punti agli Spurs ma la squadra c’è e contro il Middlesbrough di Aitor Karanka a White Hart Lane cercheranno di far valere il fattore campo. Con due vittorie nelle ultime cinque partite sembra invece essersi ricompattato il West Ham di Slaven Bilić. La zona retrocessione dista ora nove punti e gli Hammers avranno la possibilità di riscattare la pesante sconfitta interna contro il Manchester City (0-4) nell’ultimo turno a St Mary’s Stadium contro il Southampton di Claude Puel. Infine, sempre più critica la situazione del Crystal Palace di Sam Allardyce. Nonostante la vittoria esterna contro il Bournemouth (0-2) le Eagles si trovano attualmente a a due punti dal Leicester quartultimo, con in programma lo scontro diretto a Selhurst Park contro il fanalino di coda Sunderland.

CHAMPIONSHIP. Ha ripreso a correre il Fulham di Slaviša Jokanović. Grazie al successo esterno contro il Burton (0-2) i Cottagers si sono portati a soli tre punti dalla zona Playoff, pronti ad affrontare a St Andrew’s una compagine in crisi come il Birmingham di Gianfranco Zola. As usual, sempre discontinuo il cammino del Brentford di Dean Smith. Attualmente tredicesime in classifica, le Bees se la vedranno domenica a Griffin Park contro la capolista Brighton di Chris Hughton dopo aver collezionato due vittorie, due sconfitte ed un pareggio nelle ultime cinque partite. In crisi, infine, il QPR di Ian Holloway a causa di due soli punti ottenuti nelle ultime tre partite. La zona retrocessione dista attualmente nove rassicuranti punti, ma è vietato sbagliare per gli Hoops se vogliono evitare brutte sorprese e risalire la classifica. West Londoners impegnati ad Ewood Park contro il Blackburn di Owen Coyle, attualmente penultimo.

LEAGUE ONE. Quarto pareggio consecutivo per il Millwall di Neil Harris, con la zona Playoff che non si è allontanata solamente grazie alla caduta interna del Rochdale sesto contro l’Oxford United (0-4). Lions impegnati alla Ricoh Arena contro il Coventry di Russell Slade, ultimo in classifica. L’allenatore degli Sky Blues sedeva fino a qualche mese fa sulla panchina del Charlton, adesso guidato dal suo sostituto Karl Robinson e distante soli due punti dal Millwall. Gli Addicks, reduci da tre vittorie e due pareggi, se la vedranno a The Valley con il Fletwood di Uwe Rösler, quarto in classifica. Infine, cinque punti nelle ultime tre partite per il Wimbledon di Neal Ardley, in fase leggermente calante rispetto alla grande rincorsa di fine 2016 ma comunque saldamente in una comoda posizione di centro classifica. Dons attesi dalla sfida di Bramall Lane contro lo Sheffield United di Chris Wilder, attualmente secondo in graduatoria.

LEAGUE TWO. Tripla occasione sprecata per il Barnet di Rossi Eames e Henry Newman. Due sole lunghezze separa le Bees dalla zona Playoff, ovvero il settimo posto presieduto da un Wycombe in grado di ottenere solo due punti nelle ultime tre partite. Tuttavia non sono riusciti a fare meglio i londinesi, che ora se la vedranno a The Hive Stadium nello scontro diretto contro il Mansfield di Steve Evans, situato a soli due punti di distanza. Infine, quarta sconfitta consecutiva ed autentica crisi nera per il Leyton Orient di Danny Webb, giunto sulla panchina degli O’s dopo che Andy Edwards ha rassegnato le dimissioni per accettare un incarico di allenatore giovanile nella Football Association. East Londoners penultimi ed avversari a Brisbane Road del Carlisle di Keith Curle, attualmente terzo in classifica.

Licenza Creative Commons

Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale. | This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l’accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don’t forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3122 Articles
Studente genovese di Scienze Internazionali e Diplomatiche, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Tra le altre, collabora anche con Londra Italia, East Journal, con la rivista di Ingegneria di Genova, con la trasmissione televisiva Dilettantissimo e con Io Gioco Pulito, l'inserto sportivo de Il Fatto Quotidiano. Infine, ha fondato anche Liguria a Spicchi, Il Calcio Portoghese e Dragoni d'Oriente, portali web dedicati rispettivamente alla pallacanestro ligure, al calcio lusitano ed al Leyton Orient.