SERIE C – Battipaglia: «Lasciate forse in Sardegna le ultime speranze per il primo posto»

PARTNER DI LIGURIA A SPICCHI

Studio Fisioterapico Giovanni Gerbino
Ti aiutiamo a ritrovare l’equilibrio per fare ciò che ami.

© Edited by MATTEO CALAUTTI
Share
1 MINUTE

Vittoria importantissima per le ambizioni di promozione dell’Esperia Cagliari di coach Fioretto, ottenuta al PalaEsperia contro Battipaglia di coach Menduto. La società campana ha pubblicato un’analisi della partita per mezzo del suo sito ufficiale:

Seconda sconfitta nella Fase Interregionale per la Treofan Battipaglia, a Cagliari in casa dell’Esperia i biancoarancio vengono sconfitti 63-57 e lasciano forse in Sardegna le ultimissime speranze di poter riconquistare il primo posto nel girone A.

La gara: all’inizio i riflettori sono puntati tutti su Musiu F., 2/2 dall’arco dei tre punti ed è subito 8 a 2 per i padroni di casa. La risposta della Treofan, però, non si fa attendere, contro-break di 0-9 costruito da Ambrosano, De Martino e Pagano ed il soprasso è cosa fatta. Ma lo show di Musiu dal perimetro è tutt’altro che finito, un nuovo 2/2 vale il terzo ribaltone nel punteggio. Ed è esattamente così che sarà vissuto l’intero pomeriggio del pala Esperia. Con Esposito che fa il suo esordio nella partita soltanto al 7′, causa qualche piccolo acciacco fisico, i biancoarancio di Menduto vivono di strappi, che non bastano a tenere la testa avanti nel punteggio. Anzi. La tripla di Fabiano quasi allo scadere del primo tempo è fondamentale per restare quanto meno a strettissimo contatto con Cagliari (29-28)

Una rimonta che si completa a metà del terzo quarto, tutto merito di Ausiello: prima una tripla e poi un 2/3 dalla lunetta. Ma anche questa volta invece non basta per trovare il padrone della partita, nell’altra metà campo infatti Pedrazzini risale in cattedra con un mini-break di 4-0 che obbliga gli ospiti a risprofondare prima sul -5 e poi sul -6. La Treofan, comunque, non molla e risponde colpo su colpo, ma fermare Musiu sembra quasi impossibile. Dopo qualche minuto di relativo riposo in fase offensiva, il play sardo torna a sparare da tre con due “bombe” che valgono il nuovo allungo (56-50) e che di fatto mettono al tappeto una Treofan chiamata ora a vincere contro Genova per conquistare l’accesso al Concentramento.

Licenza Creative Commons

Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale. | This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l’accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don’t forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3117 Articles
Studente genovese di Scienze Internazionali e Diplomatiche, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Tra le altre, collabora anche con Londra Italia, East Journal, con la rivista di Ingegneria di Genova, con la trasmissione televisiva Dilettantissimo e con Io Gioco Pulito, l'inserto sportivo de Il Fatto Quotidiano. Infine, ha fondato anche Liguria a Spicchi, Il Calcio Portoghese e Dragoni d'Oriente, portali web dedicati rispettivamente alla pallacanestro ligure, al calcio lusitano ed al Leyton Orient.