#DO BULLETIN – Gli O’s partono forte con McAnuff ma crollano a cavallo della pausa

Share
2 MINUTES

CHRONICLE ✍🏼 Parte forte il Leyton Orient, desideroso di rialzarsi dopo la pesante débâcle sempre a Brisbane Road contro l’Halifax (0-3). Ci mettono 19 minuti gli O’s per andare in vantaggio: Josh Koroma verticalizza per Dave Mooney, l’irlandese conclude, Scott Loach respinge ma il centrocampista giamaicano Jobi McAnuff realizza il suo primo goal in campionato con un “piattone” dal limite dell’area.

Sembra tutto facile per gli East Londoners. Al 25′ un lancio chirurgico del difensore gallese Alex Lawless pesca al limite dell’area Macauley Bonne, bomber zimbabwese dei londinesi il cui mancino secco viene respinto dal palo. L’attaccante africano manca così l’ottavo goal in campionato ed il conseguente aggancio Corey Whitely dei cugini del Dag & Red, capocannoniere del campionato.

Quando tutto sembra in discesa arriva però il pareggio dei Monkey Hangers, giunto al secondo minuto di recupero con una volée nel cuore dell’area da parte del centrocampista Jonathan Franks. Le due squadre vanno così negli spogliatoi sul pari, ma bastano due minuti agli ospiti per passare in vantaggio. Al 47′ la difesa del Leyton è troppo statica in occasione di un calcio di punizione da destra, con l’attaccante Rhys Oates libero di segnare a botta sicura di fronte ad un incolpevole Charlie Grainger.

Gli O’s non si arrendono e cercano di riportarsi in carreggiata, soprattutto con le conclusioni di Macauley Bonne, ma la difesa dell’Hartlepool e Scott Loach fanno buona guardia, impedendo ai londinesi di raggiungere il tanto agognato pareggio. Arriva così la terza sconfitta consecutiva per il Leyton Orient.

SCOREBOARD 📊

NATIONAL LEAGUE
LEYTON ORIENT vs HARTLEPOOL 1-2 (1-1)
LEYTON ORIENT: Grainger, Caprice, Sendles-White, Happe, Widdowson, Lawless, Clay (81′ Ochieng), Koroma (86′ Boco), McAnuff, Mooney (C) (65′ Dalby), Bonne. A disp: Sargeant, Clark. Allenatore: Davis.
HARTLEPOOL: Loach, Magnay (C), Watson (96′ Laing), Ledger, Deverdics, Featherstone, Hawkins, Woods, Donaldson, Franks, Oates (72′ Rodney). A disp: Munns, Donnelly, Newton. Allenatore: Harrison.
MARCATORI: 19′ McAnuff, 45’+1 Franks, 47′ Oates.

INTERVIEW 🎙 Steve Davis ha dichiarato a fine partita che i suoi ragazzi hanno giocato un «un primo tempo molto buono con un buon gioco e buone opportunità create». «Non siamo stati mai in pericolo nella prima metà della sfida», continuava il mister, «mi preoccuperei se avessi avuto la nostra formazione migliore ed avessimo perso». «Sappiamo di non avere al momento la nostra squadra migliore», chiudeva il tecnico degli East Londoners, «sappiamo che cinque di questi calciatori avrebbero giocato oggi».

OPPONENT ⚽️ L’Hartlepool United nasce nel 1908 nell’omonima città inglese, situata nella contea di Durham ed affacciata sul Mare del Nord. La società visse la sua Golden Era tra gli anni Novanta e le prime stagioni del Nuovo Millennio. Sotto la gestione di Cyril Knowles gli inglesi raggiunsero la promozione in Third Division, mentre nel 2005 fallirono la promozione in Championship nella finale Playoff contro lo Sheffield Wednesday. Brian Clough, iconico allenatore inglese che trionfò in Coppa dei Campioni con il Nottingham Forest nel 1979 e 1980, cominciò la sua carriera da allenatore proprio all’Hartlepool.

La mascotte della squadra è H’Angus the Monkey, nome che costituisce un gioco di parole tra “hang” e Angus, ovvero “impiccare” e il nome della scimmia in sé. C’è infatti una leggenda nella città inglese secondo cui, in epoca napoleonica, un pescatore trovò una scimmia in una barca alla deriva e la impiccò credendo fosse un uomo. Da quel momento giocatori e tifosi dell’Hartlepool vengono chiamati “Monkey Hangers“, ovvero “Impiccatori di Scimmie”. Nel 2002 la persona che vestiva il costume da mascotte della squadra, ovvero Stuart Drummond, venne eletto sindaco della città senza candidarsi per alcun partito, supportato dallo slogan «free bananas for schoolchildren», ovvero «banane gratis per gli scolari». In seguito venne rieletto, dopo aver eliminato l’aspetto parodistico della sua candidatura ed associandosi al Labour Party.

LOCATION 🌍

RESULTS 📊

© NATIONAL LEAGUE

TABLE 📊

© NATIONAL LEAGUE

Licenza Creative Commons

Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale. | This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l’accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don’t forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3122 Articles
Studente genovese di Scienze Internazionali e Diplomatiche, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Tra le altre, collabora anche con Londra Italia, East Journal, con la rivista di Ingegneria di Genova, con la trasmissione televisiva Dilettantissimo e con Io Gioco Pulito, l'inserto sportivo de Il Fatto Quotidiano. Infine, ha fondato anche Liguria a Spicchi, Il Calcio Portoghese e Dragoni d'Oriente, portali web dedicati rispettivamente alla pallacanestro ligure, al calcio lusitano ed al Leyton Orient.