PROMO – Rivarolo: «Neanche accorti di essere andati sotto, usciti sconfitti ma non demoralizzati»

Studio Fisioterapico Giovanni Gerbino
Ti aiutiamo a ritrovare l’equilibrio per fare ciò che ami.

© Edited by MATTEO CALAUTTI
Share
2 MINUTES

Sconfitta interna per Rivarolo in Promozione, uscita perdente dal PalaMorante contro l’Athletic di coach Bosio. La società rivarolese ha pubblicato una simpatica analisi della sfida per mezzo della sua pagina Facebook ufficiale:

La Morante chiama a raccolta per la seconda volta in questo campionato i nostri arcinoti condottieri scarlatti dal gagliardo portamento.
Sul terreno blu dodger di Begato i perfidi paladini avversari si presentano in veste bianca, entrano in campo e in un lampo passano in vantaggio. non ce ne siamo neanche accorti.
Ma, dopo le buone uscite del traghettatore iacuitti, torna tra i ranghi il comandante Andrea Catanzaro che dimostra subito polso e voglia di fare schierando un quintetto speed dove risaltano Pietro Ravera per la sua velocità, il capitano Stefano Iacuitti, stoico a buttarsi a capofitto in penetrazione accumulando falli, tiri liberi (anche realizzati! 10/12) e Davide Rivolta che nei primi minuti sfodera la sua versione danzante balalaica e volteggiando sull’azzurro pavimento come fossero le antiche acque del Giordano piazza due canestri vellutati, uno con la destra (del padre) l’altro con la sinistra (del diavolo), Two faces.

Partiamo bene siamo davanti e gli avversari chiamano minuto. Dalla panca ospite si prepara alla battaglia BATTAGLIA, numero 11, versione 2.0 dell’antico re di Persia Serse. Ahimè gli avversari sono forti, attaccano in frotte, e contano tra le fila maestri d’armi che hanno militato in più alte categorie, profetico fu Macrì. Andiamo sotto.
Lo spirito guerriero però ci sprona a continuare a combattere, CaT pone un nuovo obbiettivo: farne almeno 50!
(falliremo sì! Ma di pochissimo!!!)
I due skyliners Polli e Dosse ritrovano confidenza col canestro dopo la serataccia con il Sestri, Dani il geometra sventa con la manona progetti fendenti, Matteo Pollini punge dall’angolo, da sotto e dalla luna, dolce come il miele, come l’ape maia distilla preziose giocate e nutre la squadra recuperando i pollini dispersi nel vento, vero insetto operaio. I nostri babyfenomeni Tommaso TommyGun Amoretti e MD Marco D’Erba mostrano fino alla fine il grugno di chi non molla mai, temerari nello sfidare i colossi avversari senza paura. ISI the sessionMan lotta sui palloni come quando da bambino sguazzava nel fango delle campagne anconesi.
Andrea Borneto si concede una bomba (segnata ahimè da 2 dall’arbitro, ma la spaccerà per sempre per una tripla), la realizza e felice come una pasqua torna senza pensieri a ciò che più gli compete: spintonare/si sotto canestro. Partita di sostanza del redivivo Giorgio Bavassano anche lui a referto,non ancora al 100×100 ma con una carogna da vendere, rimane in piedi SEMPRE. Nota di merito per Luca Ravera che si applica generosamente in una pratica a lui quasi sconosciuta, La DIFESA. Si appiccica al più buono degli altri pressandolo meglio che può, sfodera anche uno dei suoi classicissimi tiri in sospensione a mezza’aria dall’angolo. Ruba palla e in contropiede segna subendo fallo. MA ATTENZIONE mister “i liberi si mettono” sbaglia il tiro aggiuntivo, il volto gli si scurisce ma poi, complici i 3 punti strappati a Crotone, gli torna il sorriso. Nel post-partita si diverte smazzando rumbe magiche a calcetto, mostrando una superiorità e un’arroganza al limite del tollerabile, viene ribattezzato lo ZLATAN del calcio balilla.

Ne siamo usciti vinti ma non demoralizzati, il record di “franchigia” recita 2-2 #palindromismoesoterico
ringraziamo l’ormai onnipresente Luca R. al tavolo e l’ospite d’onore in tribuna Bruno Conti.

#cinghialbasket
#freepaoloni

La società ha inoltre pubblicato il tabellino dei suoi ragazzi:

RIVAROLO vs ATHLETIC 46-72
RIVAROLO: Iacuitti 12, Rivolta 6, Ravera P. 2, Pollini 8, Dossena 8, Bavassano 2, Borneto 2, Ravera L. 4, Amoretti 1, D’Erba 1, Isidori, Catanzaro.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l'accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don't forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3276 Articles
Libero professionista nell'ambito della comunicazione, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Fondatore di Liguria a Spicchi, portale dedicato alla pallacanestro ligure, nonché responsabile della comunicazione del Comitato Regionale Ligure di Basket. Ricopre il ruolo di social media manager, addetto stampa e content creator di società sportive e attività commerciali. È autore e conduttore di Liguria a Spicchi TV e lavora per Dilettantissimo, trasmissioni televisive rispettivamente di pallacanestro e calcio, entrambe su Telenord. Ha collaborato con varie testate tra le quali Londra Italia, East Journal e Io Gioco Pulito. Trainer nazionale del CISV, associazione globale di volontariato di cui è follemente innamorato. Arbitro di calcio, allenamento alternativo per leadership e decision making.