PROMO – Rivarolo: «Sconfitta contro i Marinettiani/Futuristi, canestro alla Giotto di Ighina»

Studio Fisioterapico Giovanni Gerbino
Ti aiutiamo a ritrovare l’equilibrio per fare ciò che ami.

© Edited by MATTEO CALAUTTI
Share
2 MINUTES

Doppia sconfitta per Rivarolo, superato al PalaMorante dalla Futura Genova di coach Cosentino ed al PalaSharker da Pegli. La società rivarolese ha pubblicato sulla sua pagina Facebook ufficiale una fantastica analisi delle sfide, degna di una candidatura al Premio Pulitzer:

#THEPROCESS #THEBLOOD #THEREDEMPTION pt.1

… Sappiamo che siamo più attesi del Natale e che 40 giorni digiuni dai nostri resoconti partita siano tosti come il pane alla mattina. Ma eccoci qui a recuperare tutti gli arretrati, 3 partite. 3 segni, 3 momenti che come in una fenomenologia dello spirito di squadra ci hanno riportati redenti al raggiungimento di una sintesi ormai quasi dimenticata… la VITTORIA

1- Contro i marinettiani/futuristi di Futura, Zang! Tumb! Tumb! sembravamo giocarcela, fino a che un’ avanguardistica intuizione bellica avversaria ha tarpato le ali raggianti del nostro attacco: La difesa a zona.
Capitanati, dal Futurista per eccellenza, “occhi turchini e giacca uguale” Davide Scala capitoliamo inermi come “d’autunno sugli alberi le foglie”, complice sicuramente la grande prova del “Barba della Begato Alta” Piootre Ballistreri che con i suoi possenti gomiti e i suoi nerboruti polpacci ci ha cucinato lentamente come la nonna alla cena di natale. Sebben in trasferta si è sentito un po’ a casa e l’aria del suo quartiere l’ha certamente galvanizzato come anche il nutrito seguito di supporters che l’hanno sostenuto dagli spalti della Morante.

2-Trasferta a Pegli, scontro con le vecchie conoscenze Fjoraldo Nezaj e Jonathan Endara, quest’ultimo autore di un ottima prova, essendo anche l’allenatore dei nostri Under, Marco D’Erba e Tommaso TommyGun Amoretti ci teneva a fare bene. è scesa una lacrimuccia anche a Valerio Daga, ritornare nella palestra che ha visto la genesi delle sue matte e funamboliche gesta, lo ha emozionato.
Ahimè per la seconda partita consecutiva non siamo riusciti a raggiungere il nostro (primario o secondario?) obbiettivo: i 50 punti… ma come al solito ci siamo andati vicinissimi 
non tutto è da buttare però i giovani leoni hanno lottato, il sangue avversario sulle loro divise ne è testimone: il cinghialbasket è salvo!
in più la serata è stata illuminata anche da una giocata d’antologia, Carlo Ighina in uno dei suoi classicissimi step in back con spin rotatorio in uscita dalla penetrazione, sospinto dal suo proverbiale urlo/ruggito d’autoincitamento:”CARLO TIRA BENEEE!”… segna i suoi primi punti fuori casa della stagione… Ovazione dello stadio… un gesto tanto sontuoso e perfetto che ricorda i primi schizzi-preparatori del Giotto per gli affreschi della Cappella dei Rovegni, dove la mano docile dell’artista attempato era sacra come la vacca in India.
Inconsueto post-partita in pizzeria insieme alla squadra di casa, in pieno stile terzo tempo cinghial-rugbyistico, ed è soprattutto qui che si è fatta sentire la mancanza di Temptation Matteo Pollini e di KARL JOHANN Carlo Sciaccaluga, alle 23.30 già tutti a casa… INACCETTABILE!

2 sconfitte, ma che sono solo due piccoli passi per quello che verrà…
come dice un saggio a Philadelphia #trusttheprocess
e sulle parole di un certo Churchill
“Non ho altro da offrire che sangue, fatica, lacrime e sudore” #theblood
vi aspettiamo per la seconda parte, la terza partita, La REDENZIONE…

TO BE CONTINUED

#cinghialbasket
#carloighina
#freepaoloni

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l'accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don't forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3276 Articles
Libero professionista nell'ambito della comunicazione, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Fondatore di Liguria a Spicchi, portale dedicato alla pallacanestro ligure, nonché responsabile della comunicazione del Comitato Regionale Ligure di Basket. Ricopre il ruolo di social media manager, addetto stampa e content creator di società sportive e attività commerciali. È autore e conduttore di Liguria a Spicchi TV e lavora per Dilettantissimo, trasmissioni televisive rispettivamente di pallacanestro e calcio, entrambe su Telenord. Ha collaborato con varie testate tra le quali Londra Italia, East Journal e Io Gioco Pulito. Trainer nazionale del CISV, associazione globale di volontariato di cui è follemente innamorato. Arbitro di calcio, allenamento alternativo per leadership e decision making.