SERIE C – CRONACA: Derby genovese mai in discussione, CUS senza problemi con l’Ardita Juventus

© Edited by MATTEO CALAUTTI
Share
2 MINUTES
Palla a due di CUS Genova vs Ardita Juventus © LIGURIA A SPICCHI
Palla a due di CUS Genova vs Ardita Juventus © LIGURIA A SPICCHI

Derby di Genova mai in discussione quello andato in scena al PalaCUS tra il CUS Genova di coach Pansolin e l’Ardita Juventus di coach Chiesa. Dopo due minuti di appannamento in fase offensiva gli Universitari hanno infatti messo la freccia e tenuto a distanza gli Juventini, fino ad un massimo vantaggio di 29 punti. Partita no per i Biancoviola, incapaci di colmare il gap tecnico con la loro proverbiale “ruvidezza” e con la solita tenacia in fase difensiva. Primo derby stagionale, così, ai ragazzi di coach Pansolin.

CUS GENOVA vs ARDITA JUVENTUS 68-41 (17-6; 20-13; 15-11; 16-11)
CUS GENOVA: Macrì 8, Bestagno 2, Vallefuoco 15, Bigoni 11, Dufour 18, Millio 3, Mangione 7, Ferraro, 2, Bedini 2, Bianco. Coach: Pansolin.
ARDITA JUVENTUS: Garaventa, Manica, Negrini 12, Rossi 2, Lotti 12, Ferraris 1, Patti, Dallorso, Ferrari 8, Bongioanni 6. Coach: Chiesa.
ARBITRI: Oro di Genova e Mammola di Chiavari.

Marco Dufour e Andrea Ferrari dietro, Marcello Mangione e Diego Rossi davanti © LIGURIA A SPICCHI
Marco Dufour e Andrea Ferrari dietro, Marcello Mangione e Diego Rossi davanti © LIGURIA A SPICCHI

La partita comincia e l’Ardita Juventus di coach Chiesa sembra poter dare filo da torcere ai padroni di casa. Il CUS Genova parte contratto nei primi due minuti, dimostrando troppa fretta nella costruzione del gioco. In cabina di regia Macrì sfida Negrini, mentre sotto canestro Ferrari fa a “sportellate” con Bigoni. Lo stesso lungo juventino sblocca la partita con due tiri liberi, ai quali risponde il suo contender con una tripla. Nei restanti otto minuti della frazione il CUS esce dall’impasse: prima gli Universitari si portano sul +3 grazie ad un contropiede di Vallefuoco a seguito di una stoppata di capitan Bestagno su Ferrari; poi avviano un maxi parziale di 12-2 che li porta sul +11, monopolizzato dai 6 punti di Bigoni nonostante una stoppata subita dal suo rivale in post. Gli ospiti vengono tenuti a galla dall’asse composto dal solito lungo nerviese e da Negrini, autori in due dell’intero bottino nella prima frazione, terminata sul +11 per il CUS.

Nel secondo quarto la partita si conferma fallosissima. Nei primi minuti altra grande stoppata di serata, questa volta dell’ottimo Mangione su un Negrini lanciato in contropiede. Determinante la fisicità e l’atletismo di Dufour, autore di 11/20 punti di squadra nella frazione. Coach Chiesa continua ad insistere sul doppio playmaker con Negrini e Dallorso, autori di 7/13 punti di squadra, non ottenendo però i risultati sperati in fase difensiva. Ottimo invece l’inserimento di Lotti, garanzia di vivacità in fase offensiva. L’Ardita non molla e riesce a portarsi sul -15 a tre secondi dalla fine, proprio grazie alla guardia appena entrata. Tre secondi, tuttavia, sufficienti a Dufour per rispedire gli avversari a -18 con una tripla da casa sua sulla sirena.

Dopo l’intervallo coach Chiesa prova a limitare i danni con una difesa a zona 2-1-2. Tra i padroni di casa Bestagno si dimostra determinante in difesa, dall’altro il solito Negrini spinge in fase offensiva. Gli Universitari riescono a contenere bene i Biancoviola, concedendo loro solamente 4 punti realizzati nei primi sette minuti di gioco senza spendere alcun fallo. Bene Vallefuoco nei meccanismi di gioco di coach Pansolin, benissimo Macrì non solo in regia grazie a 6 punti nell’interno quarto. Dall’altra parte Lotti tiene a galla i suoi, scivolati nel frattempo a venti punti di distanza. Frazione conclusa sul +22 dai padroni di casa grazie ad un canestro di Mangione.

Ultimo quarto di ordinaria amministrazione per gli Universitari. Lotti e Negrini limitano i danni in casa Ardita, mentre coach Pansolin concede preziosi minuti di ambientamento ai vari Millio, Bianco e Ferrari, con il solito Dufuor implacabile dalla media e lunga distanza. Il CUS tocca il massimo vantaggio di +29 grazie ad un parziale iniziale di 7-0 concluso da un canestro di Bestagno. L’Ardita Juventus risponde con un dignitoso contro parziale di 0-5 che riporta i ragazzi di coach Chiesa a -24. Infine, un parziale finale di 5-0 permette agli Universitari di chiudere il derby sul +27.

Tra le fila dei padroni di casa il top scorer è Dufour con 18 punti (due triple per lui), seguito da Vallefuoco con 15 e Bigoni con 8 punti. Tra le fila degli ospiti, invece, i top scorer sono Negrini e Lotti con 12 punti, seguiti da Ferrari con 8 e da Bongioanni con 6 punti.

Pietro Manica © LIGURIA A SPICCHI
Pietro Manica © LIGURIA A SPICCHI

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l'accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don't forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3280 Articles
Libero professionista nell'ambito della comunicazione, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Fondatore di Liguria a Spicchi, portale dedicato alla pallacanestro ligure, nonché responsabile della comunicazione del Comitato Regionale Ligure di Basket. Ricopre il ruolo di social media manager, addetto stampa e content creator di società sportive e attività commerciali. È autore e conduttore di Liguria a Spicchi TV e lavora per Dilettantissimo, trasmissioni televisive rispettivamente di pallacanestro e calcio, entrambe su Telenord. Ha collaborato con varie testate tra le quali Londra Italia, East Journal e Io Gioco Pulito. Trainer nazionale del CISV, associazione globale di volontariato di cui è follemente innamorato. Arbitro di calcio, allenamento alternativo per leadership e decision making.