SERIE C – Presentazione 10° giornata di ritorno 2018/19

Studio Fisioterapico Giovanni Gerbino
Ti aiutiamo a ritrovare l’equilibrio per fare ciò che ami.

Share
1 MINUTE

Sancito il primo posto in Regular Season, in mano matematicamente alla Tarros La Spezia di Andrea Padovan, resta ancora da sancire chi si siederà al tavolo dei Playoff in seconda posizione tra il CUS Genova di Giovanni Pansolin e Tigullio di Marco Annigoni, rispettivamente seconda e terza in classifica, distanziate solamente di due lunghezze. Squadre che si affronteranno oggi al PalaSport di Santa Margherita. In caso di vittoria del CUS il secondo posto sarebbe matematicamente nelle mani degli Universitari, in caso di vittoria sammargheritese le due squadre andrebbero a pari punti ma con Tigullio davanti, forte della vittoria dell’andata per 64-71. Rimane in agguato anche Sarzana di Gabriele Ricci, quarta forza del campionato a pari punti rispetto a Tigullio ma in svantaggio negli scontri diretti con i sammargheritesi, mentre in vantaggio rispetto agli Universitari. Sarzanesi avversari oggi al PalaBologna di un Sestri di Davide Mariotti in crisi di risultati ed appena sorpassato in classifica dall’Ardita Juventus di Fulvio Chiesa, che li ha virtualmente esclusi dai Playoff nello scontro diretto dello scorso weekend. In poche parole, il CUS deve vincere per non rischiare di terminare addirittura al quarto posto, mentre Tigullio per evitare il sorpasso di Sarzana.

La Tarros ospiterà Pegli di Marco Costa al PalaSprint in una sfida che significa poco per i Bianconeri ma che significa abbastanza per gli Sharkers. L’Ardita Juventus, ottava in classifica, sta mettendo infatti il fiato sul collo di Recco di Matteo Bertini e proprio di Pegli, rispettivamente sesta e settima. In caso di due vittorie nerviesi e due sconfitte pegliesi l’Ardita supererebbe in classifica proprio gli Arancioblù grazie agli scontri diretti, mentre è più difficile il sorpasso su Recco, a riposo nel weekend, visto il +34 recchese nella sfida d’andata. Al PalaCarrino oggi l’Aurora Chiavari di Giuliano Marenco ha a disposizione la partita salvezza contro Vado di Simone Imarisio. Vadesi già certi del quinto posto, mentre chiavaresi alla ricerca dei due punti che regalerebbero i quattro punti di distacco matematici su Ospedaletti di Andrea Lupi, ultima della classe, e quindi la salvezza ufficiale in Serie C Silver con una giornata d’anticipo. Ovviamente discorso valido in caso di sconfitta di Ospedaletti al PalaAllende contro l’Ardita Juventus che, come detto in precedenza, non ha alcun interesse a perdere quest’oggi.

SQUADRASQUADRADATA
PegliTarros La Spezia16/03/2019
TigullioCUS Genova16/03/2019
SarzanaSestri16/03/2019
Aurora ChiavariVado16/03/2019
Ardita JuventusOspedaletti16/03/2019

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l'accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don't forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3276 Articles
Libero professionista nell'ambito della comunicazione, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Fondatore di Liguria a Spicchi, portale dedicato alla pallacanestro ligure, nonché responsabile della comunicazione del Comitato Regionale Ligure di Basket. Ricopre il ruolo di social media manager, addetto stampa e content creator di società sportive e attività commerciali. È autore e conduttore di Liguria a Spicchi TV e lavora per Dilettantissimo, trasmissioni televisive rispettivamente di pallacanestro e calcio, entrambe su Telenord. Ha collaborato con varie testate tra le quali Londra Italia, East Journal e Io Gioco Pulito. Trainer nazionale del CISV, associazione globale di volontariato di cui è follemente innamorato. Arbitro di calcio, allenamento alternativo per leadership e decision making.