F8 COPPA ITALIA A2/M − Una solida Napoli supera Orzinuovi e conquista la semifinale

Studio Fisioterapico Giovanni Gerbino
Ti aiutiamo a ritrovare l’equilibrio per fare ciò che ami.

@ Liguria a Spicchi
Share
3 MINUTES

Al PalaSport di Cervia in scena le Final Eight di Coppa Italia di Serie A2 in versione Pasquale. Il primo quarto di finale vede sfidarsi Napoli di coach Sacripanti e Orzinuovi di coach Corbani. Una sfida molto intensa fin dai primi minuti, nei quali i campani fanno registrare un parziale di 14-2 che sarà decisivo per le sorti della sfida. Lombardi che tentano più volte di rientrare in partita con la loro intensità difensiva ma gli Azzurri fanno quadrato e conquistano la semifinale.

Grande ritmo nei primi minuti di sfida e molti errori al tiro. Spezza l’equilibrio Matteo Negri, autore della prima tripla di giornata, mentre sotto canestro fanno a sportellate Andrea Zerini e Giacomo Zilli. Importante il dinamismo in contropiede di Pierpaolo Marini, così come la verve di un incontenibile Jordan Parks, il quale entra in ritmo e segnando sei dei nove punti iniziali dei campani, costringendo così coach Corbani a chiamare timeout sul -4. Al rientro in campo Josh Mayo si accende con la tripla del +7 e Napoli fa completa un rotondo parziale di 14-2 che inizia a scavare un solco. Dall’altra parte Orzinuovi si schiera con una zona 3-2 per limitare offensivamente Napoli. Coach Sacripanti si gioca così la carta Lorenzo Uglietti: il suo è un ingresso d’impatto con sei punti consecutivi che spingono così gli Azzurri. Tra le fila dei lombardi l’asse composto da Anthony Miles e Damian Hollis cerca di tenere a galla i compagni di squadra. L’effetto difensivo è quello desiderato da coach Corbani, con i suoi che rosicchiano punti di svantaggio e riescono a chiudere sul -9.

Nel secondo quarto Napoli preme sull’acceleratore. Il gioco dentro-fuori di Sacripanti permette a Zerini di rendersi pericoloso nel pitturato e Uglietti continua a mettere in difficoltà la difesa lombarda in penetrazione. Risultato? Tripla del capitano Diego Monaldi, 7-0 di parziale e +16 campano. Coach Corbani chiama subito timeout e i suoi rientrano sul parquet con un altro piglio: canestro dall’arco di Martino Mastellari e appoggio Giacomo Zilli per il -11, con tutto un’altra aggressività difensiva. Il ritmo della partita è molto alto grazie alle poche interruzioni. Napoli riesce a valorizzare Antonio Iannuzzi sotto canestro mentre Orzinuovi comincia a risalire la china grazie all’esplosività di capitan Miles, autore di due canestri in sospensione che mettono in scia i compagni. Le due bombe del neo entrato Marco Rupil e di Mastellari riportano così Orzinuovi sotto la doppia cifra di svantaggio. La squadra di coach Sacripanti subisce il raddoppio difensivo sistematico nel suo pitturato offensivo comandato dallo staff di coach Corbani ma riesce comunque a rimanere a cavallo dei dieci punti di vantaggio. Nel finale Miles rientra in campo e segna i due tiri liberi che valgono il -8 ma dall’altra parte gli uomini di coach Sacripanti si dimostrano cinici negli ultimi possessi. L’appoggio da sotto di Zerini e il canestro in penetrazione allo scadere di Marini permettono dunque a Napoli di andare a riposo sul +12.

Il terzo quarto si apre con il brillante gioco a due tra Mastellari e Hollis ma è solo il preludio della fuga di Napoli. Prima la tripla di Mayo con il supporto della tabella, poi la schiacciata a una mano di Zerini e inifine il poster a due mani di uno straripante Parks, con Napoli così sul +17. Coach Corbani chiama subito timeout, dal quale Marco Spanghero esce con il tiro dall’arco del momentaneo -14. Ma l’inerzia è tutta dalla parte dei campani, i quali completano un parziale di 13-3 che li porta sul +23 anche grazie alla verve di un pulitissimo Marini e alla tripla conclusiva di un dinamico Eric Lombardi. Mastellari spezza il parziale dall’arco con la terza tripla del pomeriggio ma Orzinuovi non riesce a capitalizzare in attacco gli sforzi difensivi. La terza frazione si chiude così sul 67-50 per Napoli.

Attacchi stanchi nella prima parte dell’ultima frazione. La prima realizzazione arriva dopo due minuti grazie al gioco da tre punti di un indomito capitan Miles, con Orzinuovi che si riaffaccia sul -14. Dall’altra parte Iannuzzi mette in mostra le sue skills nel pitturato e Uglietti vola in contropiede, con gli uomini di coach Sacripanti che si riportano così sul +18. Coach Corbani punta tutte le sue fiches su Zilli e Spanghero ma Napoli è più reattiva nei rimbalzi difensivi. Proprio il lungo dei lombardi con un appoggio e una schiacciata porta i suoi sul -12 ma dall’altra parte risponde Marini con una canestro in penetrazione in equilibrio precario che vale il +14. Miles riporta i suoi sul -2 ma nel momento chiave della sfida è nuovamente Marini a salire in cattedra: canestro in penetrazione e assist al bacio schiacciato terra per un Uglietti lanciato a canestro per il +16. Due triple di Mastellari e Rupil rendono meno amaro il parziale in un finale in cui Napoli amministra. La sfida finisce così con il risultato di 80-69 e gli Azzurri volano in semifinale.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l'accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don't forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3287 Articles
Libero professionista nell'ambito della comunicazione, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Fondatore di Liguria a Spicchi, portale dedicato alla pallacanestro ligure, nonché responsabile della comunicazione del Comitato Regionale Ligure di Basket. Ricopre il ruolo di social media manager, addetto stampa e content creator di società sportive e attività commerciali. È autore e conduttore di Liguria a Spicchi TV e lavora per Dilettantissimo, trasmissioni televisive rispettivamente di pallacanestro e calcio, entrambe su Telenord. Ha collaborato con varie testate tra le quali Londra Italia, East Journal e Io Gioco Pulito. Trainer nazionale del CISV, associazione globale di volontariato di cui è follemente innamorato. Arbitro di calcio, allenamento alternativo per leadership e decision making.