ESCLUSIVA LS – Coach Damonte: «Proveremo ad essere protagonisti, non temiamo il BVC ma lo rispettiamo»

© Edited by MATTEO CALAUTTI
Share
2 MINUTES

Nella giornata di sabato andrà in scena il primo derby di Serie D, quello del PalaCitera tra il BVC Sanremo di coach Bonino ed Imperia di coach Damonte. Da un lato i Matuziani sono una delle matricole di questo campionato, dall’altro gli imperiesi sono una delle favorite per la vittoria finale. In esclusiva per Liguria a Spicchi, ecco un’intervista a Fulvio Damonte, capo allenatore degli imperiesi.

Una rosa rivoluzionata in estate. Vi siete rinforzati rispetto all’anno scorso? Come si stanno adattando i nuovi giocatori?

In realtà non abbiamo avuto una rivoluzione ma alcuni addii e qualche nuovo ingresso ma il nucleo è sempre lo stesso formato da giovani con esperienza, giovani alle prime “armi” tra i Senior ed alcuni senatori (se così li vogliamo chiamare ma con massimo 30 anni) con più esperienza. Non saprei se ci siamo rinforzati per ora ci alleniamo e vediamo come va a finire, non siamo ancora al completo ed ancora non abbiamo delle gerarchie, sicuramente la rosa è ampia e la panchina lunga e questo permette varie scelte tattiche. I ragazzi hanno da subito formato un bel gruppo che va d’accordo e si allena con intensità, dobbiamo ancora conoscerci un po’, affiatarci e magari smussare gli spigoli caratteriali e/o cestistici ma non c’è stato alcun problema di gestione, anzi.

Quali sono le vostre concorrenti per la vittoria del campionato? Chi teme di più?

Vittoria? Troppo presto e troppo grossa come parola, semmai proveremo ad essere tra le protagoniste e puntiamo ad un buon campionato senza pressione alcuna con la semplicità ed umiltà di chi gioca una partita alla volta senza sottovalutare nessuno, si allena duramente e crede nell’etica del lavoro lasciando parlare solo il campo. Non temiamo nessuno e non sottovalutiamo nessuno la palla è rotonda e le partite durano 40 minuti, poi uno vince e l’altro perde i weekend sono il mero specchio della settimana più un po’ di fattore “C”, ci vuole anche quello ai nostri livelli. Le prime giornate nei risultati ci spiazzano e non fanno che confermare un campionato molto aperto ed equilibrato. Sicuramente ci sono compagini più attrezzate di altre con giocatori di livello ma possiamo vincere o perdere contro chiunque sbagliando l’approccio agli allenamenti o alla partita.

Quale può essere la chiave di lettura per il derby di sabato? Quale la caratteristica che teme di più dei suoi avversari?

I derby sono partite affascinati con storie a sé, quello che dobbiamo fare è mettere da parte l’idea di derby ed affrontarla come una partita qualsiasi. Non temiamo i nostri avversari, li rispettiamo. Giochiamo in casa loro in un campo difficile e dobbiamo arrivare molto concentrati e pronti per portare a casa due punti importanti come tutti gli altri. Dai tabellini si nota che hanno sempre due giocatori sugli “scudi” per i quali dovremmo avere un’occhio di riguardo ma senza dubbio tutta la rosa ha delle potenzialità, sono giovani e ben allenati. Sarà un’altra battaglia.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l'accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don't forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3279 Articles
Libero professionista nell'ambito della comunicazione, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Fondatore di Liguria a Spicchi, portale dedicato alla pallacanestro ligure, nonché responsabile della comunicazione del Comitato Regionale Ligure di Basket. Ricopre il ruolo di social media manager, addetto stampa e content creator di società sportive e attività commerciali. È autore e conduttore di Liguria a Spicchi TV e lavora per Dilettantissimo, trasmissioni televisive rispettivamente di pallacanestro e calcio, entrambe su Telenord. Ha collaborato con varie testate tra le quali Londra Italia, East Journal e Io Gioco Pulito. Trainer nazionale del CISV, associazione globale di volontariato di cui è follemente innamorato. Arbitro di calcio, allenamento alternativo per leadership e decision making.