SERIE C – CRONACA: Sarzana spaventa il CUS Genova, Universitari vincenti in volata

Studio Fisioterapico Giovanni Gerbino
Ti aiutiamo a ritrovare l’equilibrio per fare ciò che ami.

© Edited by MATTEO CALAUTTI
Share
3 MINUTES
Palla a due di CUS Genova vs Sarzana © LIGURIA A SPICCHI
Palla a due di CUS Genova vs Sarzana © LIGURIA A SPICCHI

È stata una sfida avvincente quella andata in scena sabato al PalaCUS tra i padroni di casa del CUS Genova di coach Pansolin e Sarzana di coach Bertieri. Gli Universitari erano alla ricerca di due punti per confermare il secondo posto e staccare i Biancoverdi, con una partita in meno disputata. Dall’altra parte, invece, i sarzanesi avevano l’obbiettivo di continuare la scia positiva avviata dopo la sconfitta contro la capolista Tarros La Spezia. Una parta avvincente, caratterizzata da sorpassi e contro sorpassi, parziali e contro parziali. Una sfida decisa negli ultimi minuti, non senza polemiche. A trionfare è stato il CUS Genova, ma la sensazione è che in caso di sfida ai Playoff se ne vedranno delle belle.

CUS GENOVA vs SARZANA 78-71 (20-22; 21-20; 17-17; 20-12)
CUS GENOVA: Macrì 15, Bestagno 6, Vallefuoco 6, Bigoni 25, Dufour 5, Millio, Mangione 9, Croce, Bedini 10, Pettineo 2. Coach: Pansolin.
SARZANA: Casini 12, Bardi 5, Bencaster 14, Maffei 5, Dell’Innocenti 3, Somma, Polverini, Jonikas 22, Salazar 10. Coach: Bertieri.
ARBITRI: Rezzoagli di Rapallo e De Angeli di Genova.

Coach Giovanni Pansolin © LIGURIA A SPICCHI
Coach Giovanni Pansolin © LIGURIA A SPICCHI

Partita bellissima fin dai primi minuti. Duelli tattici già chiari in avvio: in regia Macrì contro Casini, sull’arco Mangione contro Salazar e sotto canestro Bigoni contro Jonikas. Inizialmente la difesa biancoverde sfida al tiro da fuori gli Universitari venendo punita da una buona precisione in avvio, concretizzata dalle triple di Bigoni e Macrì. Il lungo universitario spinge forte a rimbalzo, mentre il playmaker detta sapientemente i ritmi di gioco. Dall’altra parte, l’asse composto da Jonikas e Salazar tiene a galla Sarzana (19/22 punti di squadra). Il CUS con un parziale di 6-0 avviato dalla seconda tripla di Bigoni si porta su un vantaggio di +7, bruciato però rapidamente. Coach Bertieri, infatti, inserisce Polverini per dare maggiore vivacità alla fase offensiva biancoverde e l’adattamento tattico dà i suoi frutti: contro parziale di 0-10 e Sarzana a +2 sfruttando gli ultimi minuti di opacità difensiva degli Universitari. Chiude il quarto Bigoni, grazie ad un canestro in contropiede solitario su palla rubata. Sarzana chiude la prima frazione sul +2.

Al rientro in campo coach Pansolin inserisce Bedini e Pettineo. Una scelta tattica che conferisce freschezza alla manovra offensiva degli Universitari, capeggiata da un Bigoni in splendida forma. Dall’altra parte il playmaker Bencaster inizia a carburare e grazie alla triple del lungo lituano gli ospiti si portano sul +5. Un vantaggio praticamente sgretolato dai padroni di casa che, con un parziale di 14-2, conquistano un vantaggio di +7. Un maxi parziale avviato dalla seconda tripla di serata da parte di Macrì e concluso da una splendida schiacciata di Mangione in penetrazione da sinistra, autore di un secondo quarto di grande spessore. Coach Bertieri prende contromisure inserendo prima Bardi poi Maffei. Se il secondo fatica inizialmente ad entrare in ritmo, il primo realizza invece la tripla che avvia il contro parziale di 0-10 grazie al quale i Biancoverdi si riportano sul +3. Un parziale che vede protagonisti Bencaster con un gioco da tre punti in penetrazione ed il neo entrato Maffei, autore di un appoggio al ferro in contropiede solitario su palla rubata. Gli ultimi istanti della seconda frazione vengono giocati praticamente solo dalla lunetta e le due squadre vanno così al riposo sul punteggio di 41-42.

Al rientro in campo le due squadre si scambiano parziali rimanendo comunque agganciate dal punti di vista del punteggio. Coach Pansolin inverte le marcature di Jonikas e Salazar, affidati rispettivamente a Mangione e Bigoni. Dall’altra parte l’asse composto dall’ala cubana e da Bencaster mantiene alto il ritmo del gioco. Vallefuoco si rende protagonista di un ottimo quarto difensivo impreziosito da due rubate all’ex capitano della Pepsi Caserta, tuttavia non concretizzate dagli Universitari che si dimostrano anche meno cattivi a rimbalzo rispetto agli avversari. Casini porta i suoi sul +4 grazie alla prima tripla di serata, con gli Universitari che rispondono con un parziale di 6-0 che li porta sul -1. Coach Bertieri comanda una difesa a zona 2-3 adattata e Sarzana a sua volta si porta sul +6 realizzando un contro parziale di 0-5. Un contro parziale avviato da una penetrazione scolastica di Bencaster e concluso da un canestro in reverse da parte di Bardi, in quel momento con un brillante 3/3 dal campo. Sembra l’allungo decisivo ma il CUS non ci sta e agguanta il pareggio con due triple consecutive, realizzate da Bigoni (terza di serata) e da Dufour dall’angolo. Seconda realizzazione della distanza per il lituano di Sarzana, ma Bedini conduce i suoi all’ultimo quarto sul -1 grazie ad un buon 2/2 ai liberi.

Lo stesso Fabio Bedini porta i suoi sul +3 grazie ad una tripla nelle prime fasi di gioco dell’ultima frazione. Casini gli risponde con il canestro del -1, ma il solito Bigoni si dimostra in grande condizione con due realizzazioni consecutive che portano gli Universitari sul +5. Bardi e Bencaster riportano Sarzana a -1, ma da lì in poi i Biancoverdi iniziano ad innervosirsi per la direzione di gara, giudicata impari da tecnico e giocatori. Coach Bertieri comanda nuovamente la zona e una stoppata-monstre di Salazar su un Dufour pronto a schiacciare in contropiede sembra poter dare la giusta scossa agli ospiti. Il CUS, tuttavia, si riporta sul +10 realizzando un pesante parziale di 9-0, impreziosito dalla quarta tripla di serata di Bigoni e dal canestro da tre punti da parte di Mangione, che ha il sapore di sentenza. Istanti finali ininfluenti dal punto di vista del risultato ma ricchi di nervosismo da parte degli ospiti, puniti dall’espulsione di Bencaster per doppio fallo tecnico e di Jonikas. Gioco, partita e incontro al CUS Genova.

Tra le fila dei padroni di casa il top scorer è Bigoni con 25 punti (4 3P), seguito da Macrì con 15 (2 3P). Tra le fila degli ospiti, invece, il top scorer è Jonikas con i suoi 22 punti (2 3P), seguito da Bencaster con 14 e Casini con 12.

Coach Michele Bertieri © LIGURIA A SPICCHI
Coach Michele Bertieri © LIGURIA A SPICCHI

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l'accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don't forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3287 Articles
Libero professionista nell'ambito della comunicazione, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Fondatore di Liguria a Spicchi, portale dedicato alla pallacanestro ligure, nonché responsabile della comunicazione del Comitato Regionale Ligure di Basket. Ricopre il ruolo di social media manager, addetto stampa e content creator di società sportive e attività commerciali. È autore e conduttore di Liguria a Spicchi TV e lavora per Dilettantissimo, trasmissioni televisive rispettivamente di pallacanestro e calcio, entrambe su Telenord. Ha collaborato con varie testate tra le quali Londra Italia, East Journal e Io Gioco Pulito. Trainer nazionale del CISV, associazione globale di volontariato di cui è follemente innamorato. Arbitro di calcio, allenamento alternativo per leadership e decision making.