SERIE C – Vado: «Gara sempre condotta in testa, striscia di vittorie allungata»

Studio Fisioterapico Giovanni Gerbino
Ti aiutiamo a ritrovare l’equilibrio per fare ciò che ami.

© Edited by MATTEO CALAUTTI
Share
1 MINUTE

Vittoria nel finale per Vado di coach Dagliano al PalaCarrino contro una buona Aurora Chiavari di coach Marenco. La società vadese ha pubblicato un’analisi della sfida per mezzo del suo sito ufficiale:

L’Azimut Pallacanestro Vado allunga a tre la striscia delle vittorie nel campionato ligure di C silver e conquista il quarto posto in solitaria della classifica, complice la sconfitta prevedibile di Tigullio a Spezia.

biancorossi passano al PalaCarrino di Chiavari al termine di una gara sempre condotta in testa ma che i ragazzi del duo Dagliano – Costa avrebbero dovuto chiudere prima senza il passaggio a vuoto del terzo quarto.

Chiavari arriva alla gara con la perdita del suo giocatore più rappresentativo, Baiardo, trasferitosi in Sicilia; Vado lamenta la sola assenza di Comelli e recupera rispetto alla settimana precedente Gueye e Pelegi.

Pronti, via: Vado produce in attacco con ottime percentuali e con alcune buone giocate di Milosevic accumula il primo vantaggio sensibile, 3-11, con un arresto e tiro di Vallefuoco. Due bombe del duo Zavaglio/Prato portano Vado avanti 22-9, e Chiavari pare in evidente difficoltà. Sono 2 canestri consecutivi di un produttivo Costacurta a mandare le due compagini al primo intervallo con il punteggio di 14-26 per i vadesi.

Il secondo quarto ha lo stesso leitmotiv di quello precedente. I Prato-boys continuano a bucare la retina gialloblù e Chiavari a remare per rimanere in scia ai biancorossi (43-27 per i vadesi all’intervallo).

Il rientro dagli spogliatoi arride ai ragazzi di Marenco che, complice un passaggio a vuoto in attacco dei vadesi, prendono fiducia e tornano prepotentemente in partita. Vado esprime il peggio di se stesso con un atteggiamento che raramente si era visto in questa stagione: molli in difesa e approssimativi in attacco, i ragazzi ponentini chiudono il terzo quarto in affanno e sopra “solo” di 6 punti (57-51).

Buon per i vadesi che all’inizio del quarto e decisivo tempino un canestro di Vallefuoco e un rimbalzo offensivo convertito da Milosevic ricaccino indietro Chiavari. Ci pensa poi un ispirato Zavaglio a chiudere definitivamente i conti e a consentire alla compagine vadese di completare la gara con una certa tranquillità.

Ora altra battaglia casalinga con Ardita, Sabato 4 febbraio, con palla a due alle ore 18.15.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l'accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don't forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3276 Articles
Libero professionista nell'ambito della comunicazione, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Fondatore di Liguria a Spicchi, portale dedicato alla pallacanestro ligure, nonché responsabile della comunicazione del Comitato Regionale Ligure di Basket. Ricopre il ruolo di social media manager, addetto stampa e content creator di società sportive e attività commerciali. È autore e conduttore di Liguria a Spicchi TV e lavora per Dilettantissimo, trasmissioni televisive rispettivamente di pallacanestro e calcio, entrambe su Telenord. Ha collaborato con varie testate tra le quali Londra Italia, East Journal e Io Gioco Pulito. Trainer nazionale del CISV, associazione globale di volontariato di cui è follemente innamorato. Arbitro di calcio, allenamento alternativo per leadership e decision making.