SERIE C – CRONACA: Partenza fiammante del CUS, Sarzana prova a rimontare ma soccombe

© Edited by MATTEO CALAUTTI
Share
4 MINUTES
Palla a due di CUS Genova vs Sarzana © LIGURIA A SPICCHI
Palla a due di CUS Genova vs Sarzana © LIGURIA A SPICCHI

È stata una serie intensissima quella tra il CUS Genova di coach Pansolin e Sarzana di coach Bertieri. Prima il prorompente successo dei Biancoverdi al PalaCUS in gara-1, poi la risposta gagliarda degli Universitari al PalaBologna in gara-2. Una gara-3, quindi, che prometteva scintille e così è stato. Tuttavia, le scintille più luminose sono state quelle dei padroni di casa, apparsi in forma smagliante e artefici di un avvio-monstre con un parziale di 17-0 che ha pesato tantissimo nell’economia dell’incontro. Abili i sarzanesi a rientra a cavallo dell’intervallo, ma mai capaci dello sprint finale necessario a capovolgere il risultato. Cadono così i campioni in carica, con il CUS che conquista così le Finals dei Playoff di Serie C Silver.

CUS GENOVA vs SARZANA 79-70 (28-15; 13-21; 18-19; 19-15)
CUS GENOVA: Macrì 30, Bestagno 8, Vallefuoco 6, Bigoni 11, Dufour 15, Pampuro, Croce 2, Bedini 5, Pettineo 2, Ferraro. Coach: Pansolin.
SARZANA: Casini 21, Bardi, Bencaster 12, Maffei 2, Dell’Innocenti 7, Tesconi, Somma, Polverini 2, Jonikas 13, Salazar 13. Coach: Bertieri.
ARBITRI: Medda di Savona e De Angeli di Genova.

Quintetto titolare di Sarzana © LIGURIA A SPICCHI
Quintetto titolare di Sarzana © LIGURIA A SPICCHI

Nei primissimi istanti di gara la sensazione è che la sfida possa essere durissima per i padroni di casa, orfani ancora una volta di Marcello Mangione. Duelli chiave che si sviluppano dentro l’area ed in cabina di regia, dove rispettivamente fanno a “sportellate” Bigoni e Jonikas da un lato e si sfidano Macrì e Bencaster dall’altro. Il canestro di Casini, agilissimo in penetrazione, con cui si apre la sfida sembra confermare una sensazione che invece viene sgretolata dal CUS nei minuti successivi. Gli Universitari, infatti, mettono la quinta e fanno registrare un parziale-monstre di 17-0, avviato da due tiri liberi di un ottimo Macrì ed impreziosito da due triple di un attento capitan Bestagno. Dall’altra parte Salazar rimane in ombra, mentre il lungo lituano cerca di trascinare i compagni di squadra a suon di rimbalzi. Tutto apparentemente inutile di fronte all’intensità offensiva e difensiva dei Biancorossi, capaci così di portarsi sul 17-2. Coach Bertieri richiama i suoi e, grazie all’imprevedibilità di Casini ed alla classe di Bencaster, riescono faticosamente ad uscire da questa fase d’impasse. Il CUS risponde con un contro parziale di 6-0 in cui si rende protagonista Dufour con due realizzazioni ed un libero. La partita inizia così a regalare continui botta e risposta sul parquet, fino alla tripla con cui Jonikas chiude la prima frazione, portando i suoi sul -13.

Il secondo quarto si apre e Salazar si accende: tutto di marca sua il parziale di 0-5 grazie a cui i Biancoverdi si portano sul -8. Realizzazioni alle quali risponde Fabio Bedini, con una tripla dall’angolo che sveglia i suoi. Da un lato coach Pansolin ordina una difesa a zona 2-1-2 e inserisce il giovane Pettineo, abile a lavorare nell’ombra in area ed a referto con due punti, così come Croce nella prima frazione. Dall’altro lato, invece, coach Bertieri deve inserire Maffei per Salazar dopo il suo terzo fallo e si affida sia alla velocità di Casini sia all’asse composto da Bencaster e capitan Dell’Innocenti, capaci di conferire equilibrio alla manovra. Come prevedibile dopo una prima frazione di tale intensità, gli Universitari subiscono una flessione nella parte finale della seconda frazione. Il doppio playmaker, con Bedini e Macrì in regia, funziona bene ma Bigoni è costretto ad uscire dopo il terzo fallo, diminuendo così la massa corporea all’interno dell’area dei tre secondi contro un superbo Jonikas. Detto, fatto: parziale di 2-9 per i Biancoverdi con Bencaster sugli scudi e Sarzana a -6. Macrì spezza l’inerzia ospite portando i suoi sul +8, ma una seconda tripla nel finale da parte di Casini permette ai Biancoverdi di andare all’intervallo sul -5.

Una rimonta arcigna che sembra molto vicina quando, al rientro in campo, Casini apre le danze portando i suoi sul -1. Sembra, per l’appunto. Il CUS risponde con un parziale di 8-0 avviato da un superbo Macrì e impreziosito dalle realizzazioni di Dufour e Bigoni, rientrato per fronteggiare Jonikas in area. L’inerzia della sfida sembra così incanalarsi verso i padroni di casa specialmente dopo il doppio antisportivo fischiato a Bencaster ed il giovane Pettineo per alcune “scintille” in mezzo al campo. Ma è lo stesso playmaker ex Caserta a suonare la carica trascinando i suoi verso un contro parziale di 9-0 avviato da un canestro in reverse di Maffei, alimentato da una rubata con contropiede dello stesso playmaker e concluso dalla bomba di Dell’Innocenti che riporta Sarzana sul -2. Una bomba restituita da Dufour subito dopo, nel contesto di una partita che decolla. Macrì continua a segnare e Bigoni riporta i suoi sul +10 grazie alla prima tripla di serata, ma i campioni in carica non ci stanno: prima Jonikas, poi Casini con un 2/2 ai liberi e poi capitan Dell’Innocenti spingono gli ospiti a chiudere la frazione sul -4. Avrebbero avuto la possibilità di chiuderla perfino sul -2 ma Dufour riesce a stoppare un Casini lanciato in penetrazione a pochi secondi dal termine.

Comincia così l’ultima frazione, nella cui prima fase Sarzana perde proprio Dell’Innocenti a causa di un infortunio su caduta fortuita di Bigoni. Da applausi il cuore del capitano, il quale proverà comunque a riscendere in campo pur zoppicando, chiedendo poi definitivamente il cambio. Nel frattempo il lungo lituano riesce a spingere i suoi perfino al solo punto di svantaggio, con un Bigoni limitato a causa di quattro falli commessi. Sarzana accelera e, spinta dall’asse composto dallo stesso Bencaster e Jonikas, cerca di non perdere il contatto con i padroni di casa. Il playmaker ex Caserta suona la carica con una stoppata-monstre ai danni di un comunque ottimo Vallefuoco e da lì comincia un autentico botta e risposta che mantiene la differenza nel punteggio al di sotto delle cinque lunghezze. La situazione sembra difficile per gli Universitari ma è in quel momento che sale in cattedra nuovamente Macrì: prima una tripla e poi una realizzazione in seguito ad un ankle breaker su Bencaster che spinge il CUS sul +6. Casini gli risponde con due canestri consecutivi di squadra e così i Biancoverdi si portano ad un solo possesso di svantaggio. Preziosissimo Bestagno dal punto di vista tattico, nel contesto di una fase di gioco in cui prima Bigoni con la seconda tripla di serate riporta Sarzana a -6 e poi gli Univeristari iniziano a segnare sui falli tattici da parte degli ospiti. Comincia così una serie di falli da parte di Sarzana per tentare il recupero in extremis. Un recupero che sembra difficilissimo ma che incredibilmente, a circa un minuto dalla fine, i Biancoverdi intravedono all’orizzonte. Due triple consecutive da parte di Jonikas e Casini portano infatti i Sarzana sul -3. Palla così in mano ad un CUS che non si scompone, riuscendo a chiudere la sfida sul +9 grazie alla precisione ai liberi. Gioco, partita e incontro al CUS Genova.

Tra le fila dei padroni di casa il top scorer è Macrì con 30 punti (1 3P), seguito da Dufour con 15 (2 3P) e Bigoni con 11 (2 3P). Tra le fila degli ospiti, invece, il top scorer è Casini con i suoi 21 punti (2 3P).

Festeggiamenti del CUS Genova a fine partita © LIGURIA A SPICCHI
Festeggiamenti del CUS Genova a fine partita © LIGURIA A SPICCHI

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l'accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don't forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3280 Articles
Libero professionista nell'ambito della comunicazione, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Fondatore di Liguria a Spicchi, portale dedicato alla pallacanestro ligure, nonché responsabile della comunicazione del Comitato Regionale Ligure di Basket. Ricopre il ruolo di social media manager, addetto stampa e content creator di società sportive e attività commerciali. È autore e conduttore di Liguria a Spicchi TV e lavora per Dilettantissimo, trasmissioni televisive rispettivamente di pallacanestro e calcio, entrambe su Telenord. Ha collaborato con varie testate tra le quali Londra Italia, East Journal e Io Gioco Pulito. Trainer nazionale del CISV, associazione globale di volontariato di cui è follemente innamorato. Arbitro di calcio, allenamento alternativo per leadership e decision making.