PROMO – Tre giocatori di Pontremoli salutano la loro società tramite “L’umiltà di chiamarsi Minors”

Studio Fisioterapico Giovanni Gerbino
Ti aiutiamo a ritrovare l’equilibrio per fare ciò che ami.

© L'UMILTÀ DI CHIAMARSI MINORS
Share
1 MINUTE

È tempo di saluti a Pontremoli per tre ragazzi cresciuti nel vivaio lunigiano: trattasi di Mirco De Mattei, Samuele Montano e Lorenzo Bertolini. Tre atleti che hanno deciso di salutare affettuosamente la società in cui sono cresciuti con un messaggio pubblicato dalla celebre pagina Facebook L’umiltà di chiamarsi Minors.

Ciao Minors,
Sono un grande fan della vostra pagina e ho voluto scrivervi questo messaggio nella speranza, spero non vana, che lo pubblichiate. A scrivervi in realtà siamo in tre, tre amici d’infanzia, tre fratelli che hanno condiviso per 19 anni gioia e dolori.
La fortuna ha voluto regalarci una malattia in comune; il nostro cuore è leggermente più grande del normale, ha una circonferenza di 75 cm, un diametro di 24, pesa 600 g ed è a spicchi.
Quest’anno, però, la vita ci ha messo davanti a un bivio. Tutti e tre abbiamo dovuto anteporre quella che per noi è la nostra priorità attuale, che va dallo studio alla salute fisica (uno dei tre ha litigato con i propri crociati), al basket.
Abbiamo quindi pensato a voi come mezzo per far arrivare i nostri più cari e sinceri auguri per la stagione a venire alla squadra della nostra città, il Pontremoli Basket (militante in promozione ligure), che ci ha accolto in tenera età e ci ha fatto crescere sia fisicamente che mentalmente in un clima di rispetto ed educazione nella figura del nostro Coach, Silvano Marcucci.
Vogliamo dedicare questa nostra lettera anche a tutte quei ragazzi e ragazze che sono stati costretti, per un motivo o per l’altro, a lasciare la pallacanestro, senza per questo spegnere la fiamma della loro passione.

Ci congediamo non con un addio, ma con un arrivederci. Perché sappiamo che le nostre strade si incroceranno ancora, ed ancora.

Lorenzo
Samuele
Mirco
#sempreminors

La società pontremolese ha deciso di rispondere altrettanto affettuosamente per mezzo della sua pagina Facebook ufficiale:

Questo il nostro “obbligo”: tirare fuori e non imporre, come a volte si crede. Fare rispettare ai ragazzi, non solo le regole per cavarsela in campo ma, ci auguriamo, anche fuori!
La strada per la palestra la conoscete! La porta la troverete aperta!
In bocca al lupo ragazzi! Per sempre giallo-blu! 💛💙

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l'accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don't forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3276 Articles
Libero professionista nell'ambito della comunicazione, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Fondatore di Liguria a Spicchi, portale dedicato alla pallacanestro ligure, nonché responsabile della comunicazione del Comitato Regionale Ligure di Basket. Ricopre il ruolo di social media manager, addetto stampa e content creator di società sportive e attività commerciali. È autore e conduttore di Liguria a Spicchi TV e lavora per Dilettantissimo, trasmissioni televisive rispettivamente di pallacanestro e calcio, entrambe su Telenord. Ha collaborato con varie testate tra le quali Londra Italia, East Journal e Io Gioco Pulito. Trainer nazionale del CISV, associazione globale di volontariato di cui è follemente innamorato. Arbitro di calcio, allenamento alternativo per leadership e decision making.