#iCP SELEÇÃO – Cristiano Ronaldo entra e la sblocca: due punti d’oro per il Portogallo ad Andorra

Share
2 MINUTES
© SOCCERWAY

ANDORRA vs PORTOGALLO 0-0 (0-2)
ANDORRA: Gómes, San Nicolás, Llovera, Lima, Rubio, Clemente (79′ Martinez), Vales, Rebés, Rodríguez (87′ Sánchez), Aláez, Vieira (90′ Moreno). A disp: Garcia E., García M., Riera, Pol. Allenatore: Álvarez.
PORTOGALLO: Rui Patrício, Semedo, Pepe, Neto, Eliseu, Gelson Martins (46′ Cristiano Ronaldo), Danilo Pereira, João Mário, Quaresma (79′ William Carvalho), Bernardo Silva, André Silva (90′ Guedes). A disp: Fonte, Beto, Lopes, André Fernandes, André Gomes, Soares, João Moutinho, Antunes, Éder. Allenatore: Fernando Santos.
MARCATORI: 63′ Cristiano Ronaldo, 86′ André Silva.

La sfida che attendeva il Portogallo di Fernando Santos, impegnato all’Estadi Nacional di Andorra la Vella contro i padroni di casa guidati da Koldo Álvarez, era caratterizzata da un’importanza immensa per i Lusitani: vincere, infatti, avrebbe significato mette il fiato sul collo alla Svizzera, prima in classifica a tre punti di distanza ed avversaria nel giro di qualche giorno all’Estádio da Luz di Lisbona. Con un Cristiano Ronaldo inizialmente in panchina, la Seleção comincia forte grazie ad un colpo di testa di Quaresma di poco alla destra del portiere al 24′. Passano cinque giri di orologio e lo stesso Quaresma ci riprova, questa volta dalla sinistra con una botta di destro, ma Gómes respinge. Al 33′ uno svarione della difesa di casa permette ad André Silva di concludere di collo pieno mancino dal cuore dell’area, ma l’attaccante del Milan incredibilmente spara alto. Sei minuti dopo Pepe replica la conclusione di Quaresma con una botta di collo pieno dalla sinistra, ma Gómes si fa trovare nuovamente pronto e respinge. La porta sembra stregata e così Fernando Santos si gioca la carta del giocatore simbolo di questo Portogallo: Cristiano Ronaldo. E CR7 ci mette 18 minuti a ripagare la fiducia del mister: al 66′ cross dalla sinistra di João Mário, deviazione fortuita in area ed il madridista si trova così a tu per tu con Gómes, superandolo con la punta del mancino.

Da lì in poi il Portogallo si sblocca. Prima al 73′ sfiora il raddoppio con una conclusione mancina di Bernardo Silva dal cuore dell’area, poi trova il raddoppio all’86’ con André Silva: cross da sinistra di Cristiano Ronaldo, intelligente torre di testa di Danilo Pereira e rete della máquina, giunta all’ottavo goal nelle ultime nove partite con la maglia della Seleção. Domani al Portogallo, situato al secondo a -3 dalla Svizzera ma con un +8 nella differenza reti, servirà vincere contro gli Elvetici per conquistare un pass diretto ai Mondiali di Russia 2018.

 

© A BOLA

 

© A BOLA

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l'accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don't forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

Matteo Calautti
About Matteo Calautti 3276 Articles
Libero professionista nell'ambito della comunicazione, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Fondatore di Liguria a Spicchi, portale dedicato alla pallacanestro ligure, nonché responsabile della comunicazione del Comitato Regionale Ligure di Basket. Ricopre il ruolo di social media manager, addetto stampa e content creator di società sportive e attività commerciali. È autore e conduttore di Liguria a Spicchi TV e lavora per Dilettantissimo, trasmissioni televisive rispettivamente di pallacanestro e calcio, entrambe su Telenord. Ha collaborato con varie testate tra le quali Londra Italia, East Journal e Io Gioco Pulito. Trainer nazionale del CISV, associazione globale di volontariato di cui è follemente innamorato. Arbitro di calcio, allenamento alternativo per leadership e decision making.