SERIE C – Vado: «Ci siamo presi lo scalpo del CUS, ora rimanere concentrati»

Studio Fisioterapico Giovanni Gerbino
Ti aiutiamo a ritrovare l’equilibrio per fare ciò che ami.

© Edited by MATTEO CALAUTTI
Share

È caduta la capolista CUS Genova di coach Pansolin, sconfitta al Geodetico di Vado Ligure contro Vado di coach Dagliano. La società vadese ha pubblicato un’analisi della sfida per mezzo del suo sito ufficiale:

Colpaccio dell’Azimut Consulenza Pallacanestro Vado, che al geodetico di Vado Ligure si prende lo scalpo del Cus Genova al termine di una gara vibrante e di grande intensità.

I vadesi sfoderano un’ottima prestazione balistica e segnano l’enormità di 86 punti , mandando cinque giocatori in doppia cifra e tirando un sontuoso 31 su 35 ai liberi che ha di fatto chiuso la gara sul fallo sistematico di un mai domo Cus, che sotto di 15 a 4’ dal termine ha avuto la forza di rientrare con 4 bombe consecutive a -7.

Si parte con Vado che si presenta con i soliti problemi di organico e di fatto schiera la stessa formazione di Sestri Levante, senza Gueye, Pelegi e Comelli e con in panchina i due 2001 (ormai due autentici portafortuna) Jancic e Mijatovic.

Inizio molle di Vado che permette a Macrì di imperversare in lungo e largo. Sono le rotazioni a dare a Vado un minimo di energia e nonostante tutto i biancorossi del presidente La Rocca concedono la bellezza di 21 punti a Genova.

Una bomba di Zavaglio e un appoggio di un positivo Cerisola danno il primo vantaggio ai vadesi sul 24- 23 al secondo minuto del secondo quarto. Vado sale di colpi in difesa e concede solo 10 punti ai genovesi, ma in attacco risulta ancora confusionaria, fatto salvo un super Milosevic (19 e tanta sostanza per l’ala montenegrina). Nonostante i tanti errori in attacco Vado va all’intervallo lungo con 6 punti di vantaggio e con un minimo di inerzia della gara.

Alla ripresa delle ostilità la compagine vadese sembra più determinata e sfruttando la verve offensiva del duo “senior” Prato/Zavaglio dà la prima spallata alla gara, con un vantaggio che viaggia dai 10 ai 12 punti.

Inizia l’ultimo e decisivo quarto con Vado avanti 60-48. Sono un canestro di Prato e due liberi di Olowu a portare Vado avanti di 15 (63-48). Mini reazione di Cus con Macrì e Bigoni che riportano i genovesi a contatto (65-57). Vado ribatte colpo su colpo e grazie a due bombe da distanza siderale di capitan Prato riporta alla doppia cifra il vantaggio a 5’ dalla fine, 72-58.

Vado ha le mani sul referto rosa ma i genovesi dimostrano il perché sono in testa alla classifica e con una veemente rimonta, con 2 bombe di Bigoni, una di Bestagno e una di Dufour spaventano Vado, che però ha la freddezza di mettere tutti i liberi sul fallo sistematico dei genovesi.

Vittoria meritata dei ragazzi vadesi, a cui va un grosso plauso per aver saputo interpretare la gara nel miglior modo possibile soprattutto nel terzo e quarto periodo dove la coralità ha prevalso sulle iniziative personali.

Ora i ragazzi del duo Dagliano – Costa devono rimanere concentrati con l’obbiettivo puntato a domenica prossima, 29 gennaio, quando, con palla a due alle ore 18.00, andranno a far visita all’Aurora Chiavari.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l'accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don't forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

About Matteo Calautti 3293 Articles
Libero professionista nell'ambito della comunicazione, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Fondatore di Liguria a Spicchi, portale dedicato alla pallacanestro ligure, nonché responsabile della comunicazione del Comitato Regionale Ligure di Basket. Ricopre il ruolo di social media manager, addetto stampa e content creator di società sportive e attività commerciali. È autore e conduttore di Liguria a Spicchi TV e lavora per Dilettantissimo, trasmissioni televisive rispettivamente di pallacanestro e calcio, entrambe su Telenord. Ha collaborato con varie testate tra le quali Londra Italia, East Journal e Io Gioco Pulito. Trainer nazionale del CISV, associazione globale di volontariato di cui è follemente innamorato. Arbitro di calcio, allenamento alternativo per leadership e decision making.