SERIE C – Aurora Chiavari: «Tenuto testa per 35 minuti, una delle migliori avversarie degli ultimi anni»

Studio Fisioterapico Giovanni Gerbino
Ti aiutiamo a ritrovare l’equilibrio per fare ciò che ami.

© Edited by MATTEO CALAUTTI
Share

Vittoria nel finale per Vado di coach Dagliano al PalaCarrino contro una buona Aurora Chiavari di coach Marenco. La società gialloblù ha pubblicato un’analisi della sfida per mezzo del suo sito ufficiale:

C’è poca trippa per i gatti chiavaresi. La formazione guidata da coach Marenco tiene testa al Vado per 35 minuti prima di cedere di schianto nel finale, riuscendo comunque a mettere agli atti un terzo quarto nel quale incanala tutta l’energia, quella che poi manca nei 300 secondi finali. I biancorossi vadesi si impongono rispettando il pronostico, ma i gialloblù non sfigurano affatto, nonostante le assenze di Elia e Cervini e il “ratto” di Baiardo, involatosi in Trinacria.

L’Aurora glissa con adeguata nonchalance sul mancato incontro-clou della settimana scorsa con Rapallo e prova a concentrarsi in questa missione impossibile contro una squadra attrezzata con dieci-uomini-dieci fisicamente di altro livello. Il primo quarto spiega ampiamente la differenza di approccio del timido quintetto chiavarese con gli ospiti, che scappano subito grazie alle conclusioni “pesanti”. Capita l’antifona, i gialloblù si scuotono nel secondo grazie ad un Costacurta molto presente nel pitturato e abile a caricare di falli gli avversari, ma Milosevic ristabilisce le distanze.

La difesa si assesta meglio nel terzo quarto e gli Stefani e i Muzzi sembrano indiavolati, Frulli mette il tappo al canestro degli ospiti mentre Begiqi e Dmitrovic trovano canestri in continuità. Tuttavia lo sforzo per risalire fino a -6 viene pagato nel quarto conclusivo, laddove Zavaglio risulta imprendibile e solo il duo Muzzi-Costacurta riesce a infilzare qualche banderilla nel cuore della difesa del Vado. Troppo poco per sperare, seppur in una discreta gara contro una delle migliori formazioni viste sul parquet chiavarese negli ultimi anni.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l'accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don't forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

About Matteo Calautti 3293 Articles
Libero professionista nell'ambito della comunicazione, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Fondatore di Liguria a Spicchi, portale dedicato alla pallacanestro ligure, nonché responsabile della comunicazione del Comitato Regionale Ligure di Basket. Ricopre il ruolo di social media manager, addetto stampa e content creator di società sportive e attività commerciali. È autore e conduttore di Liguria a Spicchi TV e lavora per Dilettantissimo, trasmissioni televisive rispettivamente di pallacanestro e calcio, entrambe su Telenord. Ha collaborato con varie testate tra le quali Londra Italia, East Journal e Io Gioco Pulito. Trainer nazionale del CISV, associazione globale di volontariato di cui è follemente innamorato. Arbitro di calcio, allenamento alternativo per leadership e decision making.