SERIE C – Aurora Chiavari: «Approccio troppo soft per giocare contro una grande»

Studio Fisioterapico Giovanni Gerbino
Ti aiutiamo a ritrovare l’equilibrio per fare ciò che ami.

© Edited by MATTEO CALAUTTI
Share

Si rialza subito Sarzana di coach Bertieri, tornata alla vittoria contro l’Aurora Chiavari di coach Marenco al PalaBologna. La società chiavarese ha pubblicato un’analisi della sfida per mezzo del suo sito ufficiale:

Di pallacanestro? Pochina. Alla Tensostruttura di Sarzana si è giocato – diremmo così – un surrogato, un “non belligerante” tra due squadre che, per un motivo o per l’altro, non avevano alcuna intenzione di ritrovarsi di fronte. In particolare in virtù di un risultato abbastanza scontato, trattandosi di una delle grandi favorite (il Sarzana, appunto) e dei nostri gialloblù che non potevano ambire altro che a far una discreta figura e nulla più.

Quello che l’Altissimo ha scaraventato dal plumbeo cielo sarzanese, causando una forte patina di umidità sul fondo dell’impianto, ha tecnicamente invalidato una contesa che è stata tale forse per soli dieci minuti, nei quali l’unico a prenderla seriamente è stato il lituano Donatas Jonikas, di caratura evidentemente superiore, che ne ha messi 24 dei suoi 36 totali. Dopo tale “Chamberlainesca” ouverture, si è assistito a un non meglio identificato “Roller-basket” dove lo scivolone (diremmo piuttosto il ruzzolone, come quello che ha coinvolto uno dei due fischietti) è stata la regola e non l’eccezione.

Perciò, le indicazioni da trarre da questa trasferta per coach Marenco sono decisamente minimaliste e possono basarsi sull’approccio forse troppo soft contro una formazione tecnicamente superiore. L’Aurora non è sicuramente entrata in campo con gli occhi della tigre, anzi si è ancor più intimorita alla prima accelerata dei padroni di casa, chiudendo il primo quarto sotto la grandinata lituana. Da lì in poi poco o nulla da segnalare, vista e considerata la Patinoire sulla quale i corpi (poco) leggiadri evoluivano.

Voltiamo pagina. Di ben altra consistenza il match che attende i chiavaresi domenica al PalaCarrino con l’Ospedaletti. Sarà partita certamente più vera tra due squadre divise in realtà da soli quattro punti e che l’Aurora deve affrontare con il massimo impegno, ben sapendo che da qui alla fine del campionato le dirette concorrenti per evitare l’ultima piazza saranno in grado di raccogliere dividendi particolarmente nelle gare casalinghe.

Non dimenticare di prendere attentamente visione del disclaimer del sito, nel quale sono indicati i termini e le condizioni alla cui accettazione sono subordinati l'accesso e la navigazione nel sito stesso. | Don't forget to carefully read the website disclaimer, where there are the terms and conditions which every guest must respect to be allowed to surf the own website.

About Matteo Calautti 3293 Articles
Libero professionista nell'ambito della comunicazione, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Fondatore di Liguria a Spicchi, portale dedicato alla pallacanestro ligure, nonché responsabile della comunicazione del Comitato Regionale Ligure di Basket. Ricopre il ruolo di social media manager, addetto stampa e content creator di società sportive e attività commerciali. È autore e conduttore di Liguria a Spicchi TV e lavora per Dilettantissimo, trasmissioni televisive rispettivamente di pallacanestro e calcio, entrambe su Telenord. Ha collaborato con varie testate tra le quali Londra Italia, East Journal e Io Gioco Pulito. Trainer nazionale del CISV, associazione globale di volontariato di cui è follemente innamorato. Arbitro di calcio, allenamento alternativo per leadership e decision making.