ESCLUSIVA LS – Coach Bruno: «Dobbiamo imparare a essere più duri, non sempre belli»

Bruno Tommaso 2022-01 Next Step Rapallo

Seconda vittoria in Serie C Gold in altrettante sfide per la Next Step Rapallo, capace di espugnare il campo della Pallacanestro Chivasso in trasferta. In esclusiva su Liguria a Spicchi le parole di Tommaso Bruno, head coach dei rapallesi:

Due su due, siamo contenti per la vittoria. Direi che della partita ci portiamo a casa i primi 15 minuti e i due punti alla fine. Nei primi 15 abbiamo giocato bene, siamo riusciti a correre in contropiede e siamo riusciti a eseguire un po’ meglio nonostante sia stata una giornata negativa da tre punti. Lentamente dopo i primi minuti di equilibrio siamo arrivati a +18, chiudendo all’intervallo a +13. Purtroppo abbiamo avuto un inizio di terzo quarto molle, al contrario di quanto chiesto ai ragazzi. Era il momento di provare a chiudere la partita e invece abbiamo collezionato due canestri subiti subito, con Chivasso che è tornata sotto la doppia cifra di vantaggio. Poi c’è stato un scontro in cui un loro giocatore ha avuto un brutto colpo e gli auguriamo di riprendersi il primo possibile. Questo ha acceso un po’ gli animi e si sono alzati i livelli di contatti, di stress e di tensione. Loro in casa giustamente si sono gasati. Noi invece abbiamo avuto il classico passaggio da squadra giovane che, di fronte a un po’ di mani addosso, a qualche fischio arbitrale che non arriva e in un ambiente un po’ più carico, si è completamente bloccata. Ci siamo bloccati per lungo tempo, dal +13 del secondo quarto siamo andati al +2 a inizio di quarto quarto, raggiungendo pure il -4 dopo tre minuti. Poi per fortuna un paio di palle recuperate ci hanno rimesso in partita siamo tornati punto a punto e siamo andati anche stavolta a un finale in cui i tiri liberi di Delibasic e di Zaiets e un canestro importante di Maksimovic ci hanno permesso di portarla a casa. Siamo contenti per il due su due e per il primo posto in classifica. Le trasferte saranno così: saranno dure, il livello dei contatti si alzerà, così come quello della tensione. Dobbiamo imparare anche a non essere belli sempre, ma anche essere duri e accettare un po’ più la sfida, senza aspettarci sempre un arbitraggio che non permette nulla. Bisogna crescere da questo punto di vista. Era una partita non finita ma sicuramente gestibile e invece abbiamo rischiato di perderla. Questo deve servire da insegnamento. Settimana prossima arriva Tortona in casa e sarà una nuova sfida contro una squadra giovane come noi. Quindi potrebbe essere una partita diversa rispetto a quella di Chivasso.

About Matteo Calautti 268 Articles
Giornalista, ufficio stampa, social media manager e content creator genovese, nonché "minor" di pallacanestro. Appassionato di sport in ogni sua forma e colore. Esterofilo e curioso osservatore di politica e attualità. Fondatore di Liguria a Spicchi, sito sportivo dedicato alla pallacanestro ligure, nonché autore e conduttore di Liguria a Spicchi TV, in onda su Telenord. Collabora con l’ufficio stampa della Federazione Italiana Vela nel ruolo di social media manager, ricopre il ruolo di Responsabile Comunicazione del Comitato Regionale Liguria della Federazione Italiana Pallacanestro e di reporter per trasmissione calcistica televisiva Dilettantissimo, in onda su Telenord. Cura la comunicazione di attività commerciali e società sportive tra le quali il Ligorna, la terza squadra calcistica di Genova. Formatore nazionale del CISV, associazione internazionale di volontariato di cui è follemente innamorato.